Jump to content
Roby.slash84

Trincia semoventi a confronto

Recommended Posts

Ciao a tutti, vorrei aprire un nuovo argomento di discussione. Vista la sempre maggiore diffusione del biogas in Italia e il conseguente crescita di coltivazione di Mais per i digestori. Vorrei fare, con il vostro aiuto, un confronto fra le seguenti macchine:

- John Deere 7750i

- Claas Jaguar 980-930

- Krone Big X 700/850/1100

 

Mi piacerebbe sentire i pareri di chi queste macchine le ha viste in azione o le ha direttamente utilizzate.

 

Grazie e presto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ci ho pensato su, proviamo a lasciare aperta questa discussione, ma appena partono le litigate tra le varie fazioni, faccio le pulizie.

 

Buona discussione.

 

Ecco quello che penso io che di trincia ne so ben poco: ormai tutte e 3 sono arrivate a un livello molto alto, come qualità del prodotto finale, la differenza tra le 3 è che ormai su claas si è creato un certo "mito" per cui se sei un trinciatore e non hai claas sei uno "sfigato", ma non credo che una JD o una Krone vadano peggio di una 980.

Edited by DjRudy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh si ormai o hai Claas o sei out...

 

A parte questo direi che sulla 7750i ci sono utenti che la posseggono e possono dire la loro in fatto di prestazioni dettagliate...vedi Topper e JdGenero...

 

Per quanto riguarda le Jaguar...direi che non è oro tutto quello che luccica, ovvero già la serie GreenEye aveva i suoi limiti; cioè durante la campagna il surriscaldamento delle lame di taglio provocava in mais abbastanza secchi non un uniforme lunghezza di taglio, quindi la presenza in trincea di foglie lunghe e quindi non una perfetta fermentazione.

Questo problema l'ho riscontrato anche sul modello 960 di un terzista vicino a mè....e visto che per un discorso Biogas la sostanza secca presente dev'esser superiore al 30%...direi che è un grosso limite per la macchina....

 

Per quanto riguarda Krone non dico nulla....non avendo mai visto il prodotto finito di questa macchina, quindi lascio il testimone a chi ha confrontato a vista il lavoro effettuato...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Confermo quanto detto da Basa, ossia che la Claas dalla serie Green Eye (con la quale ha introdotto la regolazione idraulica della lunghezza di taglio) è andata un po' peggiorando sia come prestazioni che come affidabilità. Da confronti fatti da contoterzisti che hanno sia la Jaguar 900 da 605cv che la Green eye da 623 cv è emerso appunto che a causa del maggior assorbimento di potenza dell'idraulica le prime Jaguar 900 rendono qualcosa di più in termini di prestazioni ed hanno anche un'affidabilità maggiore, specialmente nei confronti delle prime Green Eye.

Nonostante ciò a parità di potenza del motore la Claas ha prestazioni leggermente superiori rispetto alla John Deere, che comunque negli ultimi anni ha guadagnato terreno nei confronti dei rivali. John Deere può comunque vantare un livello di usura (con relativi costi di manutenzione) inferiore alla Claas ed anche la qualità del trinciato è allo stesso livello.

 

Per quanto riguarda la New Holland ho visto lavorare una FR 9090 che aveva sulle spalle meno di 100 ore e credevo che con 824cv avesse una marcia in più; ora che il motore si è slegato (la scorsa estate ha fatto la seconda campagna) i proprietari si dicono soddisfatti della macchina sia come prestazioni che come affidabilità; l'unico problema è l'accoppiamento con la testata Krone, in quanto l'eccessiva distanza tra la testata stessa ed i rulli alimentatori della trincia causa problemi d'introduzione (stesso inconveniente riscontrato su John Deere).

 

Per quanto concerne Krone non mi pronuncio, ma per sentito dire la Big X lavora molto bene sia come quantità che come qualità, ma pecca in affidabilità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che oggigiorno siano macchine all'incirca equivalenti, parlo soprattutto di Claas e JohnDeere mentre su Krone so poco perciò non mi pronuncio.

Probabilmente Claas ha una produttività oraria maggiore, per contro un'usura più accentuata rispetto a JD, come qualità del prodotto, vi garantisco che di trincee ne vedo parecchie e non c'è alcuna differenza, sembra che negli ultimi anni su questo punto abbia fatto passi avanti la Casa del Cervo.

Fermo restando che finora è sempre sembrato che la trincia per definizione dovesse essere verdino e bianca con cerchi rossi, negli ultimi tempi le cose stanno cambiando, infatti anche qui da noi hanno venduto delle JD e anche diverse NewHolland FR9060 e i proprietari (parecchi ex-Claas) sono contenti. Parlando di NH, ho visto insilati fatti con mais già piuttosto secco e il taglio della FR era ottimo. L'unica cosa di cui si lamentano i possessori di FR è la testata NewHolland a dischi per triticale segale e sorgo, un terzista della zona (tutto giallo..) mi ha detto che c'è da mettersi le mani nei capelli infatti l'ha data via dalla disperazione dopo 2 campagne, chiamando a soccorrerlo un collega con jd7700 e testata Zurn (spero di non scrivere il nome sbagliato); ora prenderà una Capello Spartan.

(spero di non essere andato troppo fuori tema).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io parlo nel nome della cerva, in quanto in azienda ne possediamo due ( Jd 7700 e 7750i Prodrive).

 

Come trincia è migliorata parecchio nel corso degli anni, sia dal lato costruttivo che in prestazioni. A differenza della sua acerrima nemica Jaguar e molto più parca nei consumi, vanta un usura minore e (non vorrei dire una stupidaggine) penso che i ricambi (coltelli, controlama, ecc.) costino meno.

Inoltre penso ( e credo) che attualmente sul mercato sia la trincia con meno usure.

Come qualità del taglio penso che non ci sia differenza.

 

Per contro la John Deere rende un po meno della Claas per via del motore che non è disposto trasversalmente e quindi assorbe più potenza (con il motore trasversale viene assorbita meno potenza in quanto non serve una scatola di rinvio per trasmettere il moto dal motore all'apparato trinciante ma basta una semplice puleggia).

Come tempi di trasformazione (installazione/rimozione del rompigranella) credo che la claas sia in vantaggio, dovresti metterci meno tempo senza dubbio.

Poi quando agganci la barra non serve innestare il cardano perchè non ce l'ha, ma al posto di esso il moto dalla trincia alla barra viene trasmesso da una scatola con degli innesti che si innestano automaticamente, ma sinceramente preferisco avere un cardano al posto di una scatola ad ingranaggi, perchè in caso di rottura, il cardano oltre a costare meno è più reperibile.

 

Altra pecca della John Deere è la poca visibilità in cabina, soprattutto se si è alti di statura, come me. Poi dipende dalla zona, io con la cabina della Claas (gli ultimi modelli) mi trovo meglio perchè si ha più visibilità, sia sulla barra che in generale, cosa non da poco per me, in quanto nella mia realtà i campi sono pieni di insidie (pozzetti, getti dell'irrigazione, sassi, ceppi, ecc.). In futuro però non ci sarà più questo problema perchè monteranno le cabine delle nuove trebbie JD (anni luce avanti a quelle attuali) anche sulle nuove trince che in teoria usciranno nel 2014-2015.

 

Spero di non essere andato fuori tema e di non essermi dilungato troppo.:)

 

 

t136916_9.bmp.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io parlo nel nome della cerva, in quanto in azienda ne possediamo due ( Jd 7700 e 7750i Prodrive).

 

Come trincia è migliorata parecchio nel corso degli anni, sia dal lato costruttivo che in prestazioni. A differenza della sua acerrima nemica Jaguar e molto più parca nei consumi, vanta un usura minore e (non vorrei dire una stupidaggine) penso che i ricambi (coltelli, controlama, ecc.) costino meno.

Inoltre penso ( e credo) che attualmente sul mercato sia la trincia con meno usure.

Come qualità del taglio penso che non ci sia differenza.

 

Per contro la John Deere rende un po meno della Claas per via del motore che non è disposto trasversalmente e quindi assorbe più potenza (con il motore trasversale viene assorbita meno potenza in quanto non serve una scatola di rinvio per trasmettere il moto dal motore all'apparato trinciante ma basta una semplice puleggia).

Come tempi di trasformazione (installazione/rimozione del rompigranella) credo che la claas sia in vantaggio, dovresti metterci meno tempo senza dubbio.

Poi quando agganci la barra non serve innestare il cardano perchè non ce l'ha, ma al posto di esso il moto dalla trincia alla barra viene trasmesso da una scatola con degli innesti che si innestano automaticamente, ma sinceramente preferisco avere un cardano al posto di una scatola ad ingranaggi, perchè in caso di rottura, il cardano oltre a costare meno è più reperibile.

 

Altra pecca della John Deere è la poca visibilità in cabina, soprattutto se si è alti di statura, come me. Poi dipende dalla zona, io con la cabina della Claas (gli ultimi modelli) mi trovo meglio perchè si ha più visibilità, sia sulla barra che in generale, cosa non da poco per me, in quanto nella mia realtà i campi sono pieni di insidie (pozzetti, getti dell'irrigazione, sassi, ceppi, ecc.). In futuro però non ci sarà più questo problema perchè monteranno le cabine delle nuove trebbie JD (anni luce avanti a quelle attuali) anche sulle nuove trince che in teoria usciranno nel 2014-2015.

 

Spero di non essere andato fuori tema e di non essermi dilungato troppo.:)

 

 

t136916_9.bmp.jpg

 

secondo me sei stato super-oggettivo!

sulla disposizione del motore in effetti hai ragione..

sui ricambi sento delle gran bestemmie da parte degli amici possessori di trince (e anche di trebbie) Claas.. non credo che JD li regali ma a detta di alcuni che sono passati da un marchio all'altro c'è differenza.

Come cabina la Jaguar attuale è meglio della John come spazio e visibilità, ma se monteranno anche sulle trincie del Cervo il "monolocale" delle nuove mietitrebbie dovrebbero risolvere benissimo il problema.

 

@Topper : sarebbe interessante che ci parli delle testate che hai sulle tue trince, e magari poi con l'intervento successivo di utilizzatori di testate Claas e Krone completiamo il quadro!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io parlo nel nome della cerva, in quanto in azienda ne possediamo due ( Jd 7700 e 7750i Prodrive).

 

Come trincia è migliorata parecchio nel corso degli anni, sia dal lato costruttivo che in prestazioni. A differenza della sua acerrima nemica Jaguar e molto più parca nei consumi, vanta un usura minore e (non vorrei dire una stupidaggine) penso che i ricambi (coltelli, controlama, ecc.) costino meno.

Inoltre penso ( e credo) che attualmente sul mercato sia la trincia con meno usure.

Come qualità del taglio penso che non ci sia differenza.

 

Per contro la John Deere rende un po meno della Claas per via del motore che non è disposto trasversalmente e quindi assorbe più potenza (con il motore trasversale viene assorbita meno potenza in quanto non serve una scatola di rinvio per trasmettere il moto dal motore all'apparato trinciante ma basta una semplice puleggia).

Come tempi di trasformazione (installazione/rimozione del rompigranella) credo che la claas sia in vantaggio, dovresti metterci meno tempo senza dubbio.

Poi quando agganci la barra non serve innestare il cardano perchè non ce l'ha, ma al posto di esso il moto dalla trincia alla barra viene trasmesso da una scatola con degli innesti che si innestano automaticamente, ma sinceramente preferisco avere un cardano al posto di una scatola ad ingranaggi, perchè in caso di rottura, il cardano oltre a costare meno è più reperibile.

 

Altra pecca della John Deere è la poca visibilità in cabina, soprattutto se si è alti di statura, come me. Poi dipende dalla zona, io con la cabina della Claas (gli ultimi modelli) mi trovo meglio perchè si ha più visibilità, sia sulla barra che in generale, cosa non da poco per me, in quanto nella mia realtà i campi sono pieni di insidie (pozzetti, getti dell'irrigazione, sassi, ceppi, ecc.). In futuro però non ci sarà più questo problema perchè monteranno le cabine delle nuove trebbie JD (anni luce avanti a quelle attuali) anche sulle nuove trince che in teoria usciranno nel 2014-2015.

 

Spero di non essere andato fuori tema e di non essermi dilungato troppo.:)

 

 

t136916_9.bmp.jpg

 

vista la mia ignoranza pongo una questione:

perchè la jd consuma meno gasolio (parlo a parità di tonnellate trinciate) delle altre pur richiedendo più potenza per la disposizione del motore?

oltre al motore stesso ed il suo posizionamento come influiscono gli altri organi in questo senso?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sicuramente a mio avviso il tutto è riconducibile alla trasmissione ProDrive....in fatti codesta toglie sovraccarichi al motore in fatto di trazione dove non serve....a favore del sistema trinciante il quale mantiene costante i giri ed efficacie il rendimento; poi penso che nei rilevamenti venga tenuto conto delle svolte a fine campo, dove la ProDrive inteviene come un vero e proprio cambio a variazione continua, cioè toglie giri l'addove non servono e mantiene la velocità costante...per poi una volta introdotto la materia da trinciare riprende il regime nominale adatto a svolgere la mansione...

 

Claas lo stesso sitema lo ha introddotto quest'anno sui propri modelli in concomitanza con Agritechinca....invece JD avendolo introdotto da tempo penso sia riuscita a star fuori dai progetti Bi-motore proprio per il tipo di procedimento intelligente sulla regolazione del motore e non sul procedimento apporto di grandi potenze...mia supposizione....O0

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da confronti fatti tra Claas Jaguar 900 Speedstar (regolazione del taglio meccanica e motore da 605 cv) e John Deere 7850 ProDrive (motore da 690cv e regolazione del taglio idraulica) la resa è equivalente, ma la John Deere consuma più gasolio.

Confontandola con una Jaguar 900 Green Eye (motore da 623cv e regolazione di taglio idraulica) le cose già cambiano, in quanto la resa della Claas diminuisce mentre i consumi crescono un po'.

Edited by Gian81

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh Gian il rapporto di confronto sarebbe meglio farlo tra Jaguar 900 Speedstar e 7750i ProDrive....sono motorizzazioni più vicine....con la 7850 abbiamo quasi 85cv in più per JD il che è ovvio che rapportata al lavoro che debba fare ci sia un consumo di gasolio in più...non credi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione, però quel terzista ha (o meglio aveva) in casa quelle trince e quindi il confronto è stato fatto così; comunque il maggiore consumo di gasolio della 7850 non è giustificato dal lavoro svolto rispetto alla Claas, in quanto confrontato Jaguar 900 si equivale, mentre rispetto alla 900 Green Eye è superiore di poco.

Come ho già detto la John Deere ha altri lati positivi tant'è che la Jaguar 900 Green Eye del 2006 è stata sostituita lo scorso anno proprio per scarsa affidabilità da una Jaguar 960, mentre al posto di una Jaguar 860 lo stesso terzista ha scelto John Deere 7950i.

Share this post


Link to post
Share on other sites

cosa ne pensate della new holland fr 9060??? nella mia zona non c'è ne neanche una e quindi non si conosce. da voi cosa si dice??

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io parlo nel nome della cerva, in quanto in azienda ne possediamo due ( Jd 7700 e 7750i Prodrive).

Come trincia è migliorata parecchio nel corso degli anni, sia dal lato costruttivo che in prestazioni. A differenza della sua acerrima nemica Jaguar e molto più parca nei consumi, vanta un usura minore e (non vorrei dire una stupidaggine) penso che i ricambi (coltelli, controlama, ecc.) costino meno.

Inoltre penso ( e credo) che attualmente sul mercato sia la trincia con meno usure.

Come qualità del taglio penso che non ci sia differenza.

Per contro la John Deere rende un po meno della Claas per via del motore che non è disposto trasversalmente e quindi assorbe più potenza (con il motore trasversale viene assorbita meno potenza in quanto non serve una scatola di rinvio per trasmettere il moto dal motore all'apparato trinciante ma basta una semplice puleggia).

Come tempi di trasformazione (installazione/rimozione del rompigranella) credo che la claas sia in vantaggio, dovresti metterci meno tempo senza dubbio.

Poi quando agganci la barra non serve innestare il cardano perchè non ce l'ha, ma al posto di esso il moto dalla trincia alla barra viene trasmesso da una scatola con degli innesti che si innestano automaticamente, ma sinceramente preferisco avere un cardano al posto di una scatola ad ingranaggi, perchè in caso di rottura, il cardano oltre a costare meno è più reperibile.

Altra pecca della John Deere è la poca visibilità in cabina, soprattutto se si è alti di statura, come me. Poi dipende dalla zona, io con la cabina della Claas (gli ultimi modelli) mi trovo meglio perchè si ha più visibilità, sia sulla barra che in generale, cosa non da poco per me, in quanto nella mia realtà i campi sono pieni di insidie (pozzetti, getti dell'irrigazione, sassi, ceppi, ecc.). In futuro però non ci sarà più questo problema perchè monteranno le cabine delle nuove trebbie JD (anni luce avanti a quelle attuali) anche sulle nuove trince che in teoria usciranno nel 2014-2015.

Spero di non essere andato fuori tema e di non essermi dilungato troppo.:)

 

Ciao,

oltre a quotare pressochè totalmente le tue valutazioni sopra esposte mi sento di aggiungere qualcosa su pregi e difetti di alcune delle trincie presenti oggi sul mercato.

Partiamo da Claas: vi parlo con le parole di un terzista che ha 4 macchine bianco-verdi, due 980, una 970 e una 960. Come già detto, c'è un buon rendimento globale delle macchine, ma a caro prezzo di ricambi ed usure precoci, cosa che su John Deere non avevano riscontrato ( una 7800 del 2006).

Ma il grosso problema sulle Claas ( mi dicono sulla 980 del 2009) si manifesta quando il rotore di taglio è nella configurazione a 36 coltelli, detto "ad alta produzione": in pratica non c'è sincronia tra la velocità dei rulli di introduzione e quella del rotore e tutto ciò causa una fastidiosa vibrazione alla trincia, ben udibile e "tastabile" quando si è in cabina. Io non saprei dire quali danni può causare a lungo andare questa vibrazione anomala, ma so per certo che i tecnici Claas hanno tentato di risolvere il problema montando un accumulatore di azoto, ma sembra con risultati non soddisfacenti.

Altra cosa, la barra Orbis non lavora sempre al meglio nelle diverse condizioni di mais presenti sul campo.

Detto questo a me Claas è una macchina che piace molto, e chi ha le 960 e 980 ne è parecchio soddisfatto.

John Deere ha migliorato molto le proprie trincie ultimamente. Barra Kemper, specie serie 400, adattabile alle diverse situazioni, ottimo motore con buoni consumi e una riserva di coppia esagerata: si può spingere e farlo calare fino a 1600 giri che il rotore non perde quasi nulla in velocità e capacità di trinciatura.

Poi la cabina è migliorabile e ci sono altre cosine perfettibili, ma credo che con la nuova macchina bimotore che uscirà nel prossimi anni, faranno veramente una bomba di trincia.

NewHolland è una macchina da non disprezzare, ma forse la meno quotata delle 4 presenti sul mercato: viene venduta ad un prezzo molto concorrenziale, ha una cabina eccezionale, ma anche dei problemi al motore nella versione 9090 che montano il Vector V8.

Di Krone non ho grandi riscontri, la cabina è abbastanza piccola e rumorosa ( V12, non so se quelle più recenti abbiano una cabina migliore) dico solo che ho visto lavorare la 1100 ed è una macchina mostruosa.

Ciao SAndroz

Edited by sandroz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piccolo OT:

 

Stanno testando al banco il Cursor 16 (6 cilindri in linea) Biturbo tarato a 630 kw (850 cv), il quale sostituirà il Vector tra un paio di anni sulla FR.

 

Fine OT.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Piccolo OT:

 

Stanno testando al banco il Cursor 16 (6 cilindri in linea) Biturbo tarato a 630 kw (850 cv), il quale sostituirà il Vector tra un paio di anni sulla FR.

 

Fine OT.

 

Altro piccolo OT:

Il nuovo Cursor 16 di 15,9 litri era il motore che mancava al gruppo Fiat Industrial, sie per impieghi nel settore MMT e agricolo, che nel settore veicoli industriali e motori marini.

Tale motore sarà omologato secondo la normativa Euro 6.

ciao Sandroz

 

http://www.fiatindustrial.com/it-IT/investor_relations/investors/presentazioni/FiatDocuments/FPT%20Industrial%20(Iveco-FPT%20Industrial%20Day%20-%20June%2029,%202011).pdf

Edited by sandroz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su una rivista di settore hanno oubblicato un'indagine di mercato sulle trince; nel 2011 in Italia ne sono state vendute circa un centinaio e le previsioni per il 2012 sono su valori simili.

Per quanto riguarda le quote mercato dello scorso anno Claas domina con un 54-56%, segue New Holland a 18-19%, poi John Deere con un 16-17% e chiude Krone al 9-10%.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...