Jump to content
barnaba61

Da gasolio a legna !

Recommended Posts

Ieri 27 luglio 1° giorno di funzionamento dei collettori solari.

Alle ore 7 sul puffer (600 litri) avevo 22° in basso, 23° in alto, 19° temperatura esterna con sole appena spuntato. La centralina misurava T1 (collettore) 21°.. T2 (sondino puffer nell'area scambiatore basso) 24°.

Alle 17.45 avevo 59° in basso al puffer, 61,9° in alto. temperatura esterna 26,5° (massima raggiunta 29,9°). La centralina su T1 71°.. Su T2 62°

La cosa che mi ha sorpreso è che nella parte alta del puffer la temperatura non saliva, e mi era venuto il dubbio che ci fosse aria, ma era tutto a posto, quando in basso stava raggiungendo i 50° anche la parte alta ha iniziato a salire.

Al momento collegate solo solare e acqua sanitaria.

Poco fa ho messo un telo sui pannelli, penso che fino a metà agosto ci resterà.

 

[ATTACH=CONFIG]6867[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites
una caldaia a legna quanti kg di legna brucia in un carico?

Ti conviene fare dei calcoli.

Ovvero, la tua abitazione quante calorie richiede?

Quanto tempo hai a disposizione per fare quelle calorie?

Dopo di che, devi dimensionare caldaia e accumulatori,

nel tuo caso penso ti convenga prendere uno o due accumulatori senza serpentine (tranne che vuoi integrare il solare)

e per l'acqua calda (se ti serve) un bollitore a parte.

 

Intanto se li sai, dicci quanti metri quadri stai riscaldando, che altezza hanno le stanze

che tipo di radiatori hai, che temperatura ha l'acqua dei radiatori,

che temperatura riesci a tenere nelle stanze,

che tipo di caldaia attuale, quante calorie da.

Magari c'è qualcuno che ci fa un calcolo immediato,

altrimenti con calma vediamo se riusciamo a calcolare l'impianto ideale

Edited by HP90
agg.

Share this post


Link to post
Share on other sites

:-S riscaldo circa 250 metri quadrati.però nel calcolo ci sono dentro anche i muri, che in casamia arrivano anche fino a un metro.è una vecchia cascina.le stanze arrivano anche a 4 metri.le classiche volte a botte.adesso ho una vecchissima caldaia lamborghini a gasolio che non so che caratteristiche abbia.però a spanne una caldaia a legna quanti quintali riesce a tenere in un carico.solo per farmi un'idea

Share this post


Link to post
Share on other sites

La legna non è come la nafta, quando l'accendi conviene consumarla tutta,

dunque in base a quanti Kw ti serve troverai una caldaia con un focolaio aseguato per i Kg di legna che servono.

Ho dato un'occiata in alcuni siti, dove spiegano alcune cose.

Dal sito Stufe a Legna Prezzi Stufe a Legna: Quanto deve scaldare la tua stufa a legna

Dicono che.

Per un metro cubo occorrono circa 35 Kcal (kilocalorie). Moltiplicare i metri cubi totali per 35 e otterrete le kilocalorie assorbite dai metri cubi d’aria presenti nell’alloggio.

Nel tuo caso dovrebbero essere 250 m2 x circa 3 m di altezza = 750 m3 x 35 = 26.250Kcal

per conoscere la potenza effettiva in kilowatt che la stufa a legna deve essere in grado di produrre, consiste nel dividere i metri cubi totali per il numero 860.

Nel tuo caso: 26.250 / 860 = 30.6 Kw

confermato anche su Calcolo dei costi per il riscaldamento | Stufe Camini Forni | Abruzzo - Molise

La resa della legna è di circa 3.500 Kcal/Kg

se di scarsa qualità anche 2.500 Kcal/Kg

--------------------

Ekologika - Energie Rinnovabili - Termoidraulica

ALCUNI ESEMPI DI RISPARMIO:

In una abitazione di 200 metri quadrati, una caldaia da 30.000 kcal/ora (35 kw/h) brucia mediamente ogni ora:

3,52 litri di gasolio (8500 kcal/lt) x 1,38 euro/lt = 4,85 euro/ora.

3,61 m.cubi di metano (8300 kcal/m.c.) x 0.70 euro/m.c = 2,53 euro/ora

11,5 kg di legna (2600 kcal/kg) x 0,13 euro/kg = 1,49 euro/ora

8,57 kg di mais (3500 kcal/kg) x 0,21euro/kg = 1,79 euro/ora

7,14 kg di pellet (4200 kcal/kg) x 0,20 euro/kg = 1,43 euro/ora

Considerando un funzionamento medio di 8 ore nell'arco della giornata otteniamo i seguenti costi in ordine di convenienza:

legna = 11,9 euro/giorno

pellet = 11,44 euro/giorno

mais = 14,24 euro/giorno

metano = 20,24 euro/giorno

gasolio = 38,80 euro/giorno

------------------

Se i m3 della tua abitazione sono giusti ti serve una 30.000 Kcal (30 Kw)

che consumerà (30.000Kcal/2.500Kcal legna scadente) Kg 12 di legna in un'ora

 

In base a quanto gasolio hai consumato mediamente in un'ora puoi capire quante Kcal hai utilizzato fino ad ora e capire se il calcolo torna

Edited by HP90

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie della risposta più che tecnica...adesso me la devo rileggere un paio di volte per capire bene tutte le nozioni e i calcoli molto interessanti

Share this post


Link to post
Share on other sites

una domanda.tenendo buona la caldaia dell'esempio, quanta legna posso caricare in un "pieno"?grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

è vero che si parla di passaggio da gasolio a legna, ma se al posto di una caldaia a legna si prendesse in considerazione una caldaia a pellet il puffer è sempre necessario?oppure è prerogativa delle caldaie a legna?grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
è vero che si parla di passaggio da gasolio a legna, ma se al posto di una caldaia a legna si prendesse in considerazione una caldaia a pellet il puffer è sempre necessario?oppure è prerogativa delle caldaie a legna?grazie

Se non devi riscaldare acqua sanitaria,

e non hai minimamente intenzione di integrare il solare,

il puffer non ti serve, sarebbe una spesa sprecata.

 

Un dato sul solare:

Il solare termico, con cielo limpido rende 1000 W metro quadro.

Un impianto di 8 metri quadri con pannelli termici produce 24 Kw in tre ore,

che equivalgono a 1 ora di una caldaia a gas (da 24 kw).

Il fotovoltaico con le celle attuali riesce a prelevare solo il 15% circa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie.a me interessava per l'acqua nella stagione fredda.per l'estate pensavo di tenermi una caldaietta a metano(ma devo valutare se convenga magari di più il solare...adesso leggeròanche il tuo articolo)

Share this post


Link to post
Share on other sites

potresti comprare un pannello solare, se ne trovano anche a 600 € e fare tutto con quello anche d'inverso.

 

qualcuno di voi conosce sistemi di riscaldamento totalmente elettrici, naturalmente intendo sistemi centralizzati che sfruttino energia solare o geotermica oltre che l'elettricità

Share this post


Link to post
Share on other sites

Con l'elettricità il sistema migliore sono le pompe di calore, ma se non c'è

un progettista e un installatore bravo e aggiornato sono soldi buttati.

In montagna si può prendere in considerazione solo se l'abitazione è

coibentata al massimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se non devi riscaldare acqua sanitaria,

e non hai minimamente intenzione di integrare il solare,

il puffer non ti serve, sarebbe una spesa sprecata.

 

Un dato sul solare:

Il solare termico, con cielo limpido rende 1000 W metro quadro.

Un impianto di 8 metri quadri con pannelli termici produce 24 Kw in tre ore,

che equivalgono a 1 ora di una caldaia a gas (da 24 kw).

Il fotovoltaico con le celle attuali riesce a prelevare solo il 15% circa.

 

Per produrre 1 kWh elettrico hai bisogno di circa 3 kWh termici.

 

L'efficienza che tu reputi bassa (15%) è dovuta al fatto che le tecnologie attuali non permettono di avere efficienze superiori al 20%.

Esistono i moduli fotovoltaici montati sulla stazione spaziale internazione che arrivano al 40% di efficienza, ma al momento è una tecnologie dai costi proibitivi.

 

Comunque un collettore solare termico piano ha un efficienza del 50 %. Per avere buoni risultati devi usare collettori SHCMV montati su un impianto solare a svuotamento.

Edited by Stabilo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nei collettori termici è importante il fattore "dispersione"

difatti i tubi sottovuoto sono quelli che disperdono meno,

ma in zone dove si va raramente sotto zero, con collettori piani,

posizionati con elevazione 45°, direzione sud, i risultati sono ottimi.

Se non è possibile questa posizione, meglio i tubi sotto vuoto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

vorrei sostituire una caldaia a gasolio che riscalda tutta la casa di 200 metri quadri, con una a pellet e legna, avete qualche consiglio sulle ditte migliori?

Share this post


Link to post
Share on other sites

qualcuno ha montato una stufa idro che brucia anche il mais oltre che il pellet?

Girando in rete e non solo i pareri sono discordaonti, e che ci siano ancora troppi problemi.

tutti concorrono sul fatto che se si riuscira' a sfruttare il maggior potere calorico del mais rispetto al pellet o alla legna per le ziende agricole e non skolo sara' un vantagio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
vorrei sostituire una caldaia a gasolio che riscalda tutta la casa di 200 metri quadri, con una a pellet e legna, avete qualche consiglio sulle ditte migliori?

 

In Puglia hai il problema del raffrescamento. Comunque considera che un litro di gasolio ti rende circa 10 kWh termici. Un kg di pellet sono circa 5 kWh.

 

Bruciare il Mais è puira follia, se consideri che te lo pagano a 20 € al quintale.

 

Il combustibile più economico è la legna, comunque richiede una gestione incredibile. Devi lavorare tutto l'anno.

 

Se volete veramente risparmiare, dovete valutare l'isolamento della casa, cambiare combustibile serve a poco.

Una caldaia a pellet lavora bene fino a 60°C, oltre tale temperatura devi usare gasolio, legna o gas.

 

Una caldaia seria per il pellet è la Froling P4, ha un costo intorno ai 10000 €, quindi è da valutare bene se conviene il passaggio.

Le caldaie italiane a pellet sono delle idrostufe mascherate da caldaia, richiedono una manutenzione giornaliera se non si vuole incorrere in un decadimento dei rendimenti e inoltre sono difficili da regolare.

 

Inoltre devi considerare che la combustione del pellet e quella della legna sono molto differenti, quindi non avrai mai il massimo del rendimento con una caldaia policombustibile.

Edited by Stabilo

Share this post


Link to post
Share on other sites

sempre preparatissimo Stabilo... che le caldaie policombustibile non diano il massimo rendi ento è risaputo, proprio perchè per la legna dovrei lavorare un anno e con il pellet non riscaldo molto ho deciso di provare una via di mezzo, inoltre potrei bruciare nocciolino e cippato con dei costi d'acquisti davvero irrisori ... per l'isolamento della casa dici parole sante, se non cambio gli infissi in legno evoglia a spendere in riscaldamento...

Share this post


Link to post
Share on other sites

comunque tutti questi combustibili li devi spostare. Se hai la gruetta per il concime, puoi ordinare un camion di pellet in sacconi e riesci a gestire bene. Quanto gasolio consumi in un anno?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...