Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

Dati tecnici Fiat 220 C :

 

Motore Fiat 614 - alesaggio per corsa 85 x 100 mm

2 cilindri - clindrata totale 1135 cc - potenza massima 22 CV a 2300 giri/minuto

raffreddamento ad acqua.

 

Frizione a pedale ( monodisco a secco ) - cambio 6 AV + 2 RM ( può darsi che sia lo stesso montato sulla serie Nastro Oro ? )

 

Cingolatura composta da 30 suole ciascuna,dalle dimensioni di 17 x 12 cm

 

Peso massimo rimorchiabile : 2500 kg

 

Peso complessivo comprendente il conducente ( 70 kg ) : 1225 kg senza soprasuole,1275 kg con soprasuole.

 

Presa di forza a 585 giri/minuto

 

Serbatoio combustibile : 25 l

 

Lunghezza massima : 2120 mm

 

t7462_trattore5.jpg

 

Del 255 C invece non possiedo nè foto nè informazioni tecniche.

 

Chi conosce questi trattori,chi li ha usati ? A vederlo così il 220 C sembra quasi un giocattolo :);ha avuto impieghi specifici proprio per le sue dimensioni ridotte ?

 

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'unico 220 che ho visto dal vivo era presente alla Fiera di Verona del 2006, in una piccola esposizione di macchine agricole d'epoca.

 

Che io sappia era concepito per impieghi specialistici.

 

Certo che, tecnica a parte, era davvero brutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Essendo derivata dalla 211r di cui condivide il motore, non mi stupirei che anche il cambio sia lo stesso 6+2 delle 211r, cmq anche io so che fu costruito con sagomatura speciale, per il minimo ingombro.

Modificato da Dinosaurer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sul libro "Fiat Trattori dal 1919 a oggi" ho trovato solo alcuni dati sul 220 C,mentre del 255 C niente;i pochi dati sono gli stessi che ho scritto all'inizio della discussione,ma ora aggiungo che è stato prodotto solo nel 1968 ed è stato costruito anche come cingolato industriale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non è assolutamente vero che il fiat 220c ha la frizione a pedale!! io ne ho un esemplare ke utilizzo tutt'ora, e va benissimo, che ce l'ha a leva, come tutti i fiat cingolati! però non ha il punto morto... nel senso ke non si aggancia restando inserita... ma per cambiare marcia bisogna tenere tirata la leva... e per stare fermi bisogna mettere per forza in folle....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non è assolutamente vero che il fiat 220c ha la frizione a pedale!! io ne ho un esemplare ke utilizzo tutt'ora, e va benissimo, che ce l'ha a leva, come tutti i fiat cingolati! però non ha il punto morto... nel senso ke non si aggancia restando inserita... ma per cambiare marcia bisogna tenere tirata la leva... e per stare fermi bisogna mettere per forza in folle....

 

Ciao explorer e benvenuto sul forum!

Per che lavori lo usi il 220c ?

Potresti inserire qualche immagine visto che non se ne trovano molte in giro?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
non è assolutamente vero che il fiat 220c ha la frizione a pedale!! io ne ho un esemplare ke utilizzo tutt'ora, e va benissimo, che ce l'ha a leva, come tutti i fiat cingolati! però non ha il punto morto... nel senso ke non si aggancia restando inserita... ma per cambiare marcia bisogna tenere tirata la leva... e per stare fermi bisogna mettere per forza in folle....

CIAO e ben venutoO0

potresti inserire delle foto del tuo mezzo? grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

t18296_7.jpgt18295_6.jpgt18294_5.jpg

t18293_4.jpgt18292_3.jpgt18291_2.jpg

t18290_1.jpg

 

ecco qualche foto del "bestione" a lavoro! comunque in genere lo utilzzo con la botte del verderame e con il compressore per le olive... con il rullo era solo una prova, ma poi in genere lo lascio parcheggiato con il motore al minimo, per botte e compressore,e sentire fare su e giu quei due pistoncini è un piacere...

Modificato da 80explorer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Complimenti per l'esemplare di 220, 80Explorer!

 

Ce l'hai "da sempre" o lo hai preso usato?

 

Di che anno è?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L’ho preso da un mio vicino di casa, che l’ aveva acquistato nuovo alla fiera di Verona del 1968, assieme ad una fresa Celli da 105 cm, con spostamento laterale a vite manuale, ed un aratro Biagioli a sollevatore voltaorecchio, ma di quest’ ultimo non si sono avute più tracce da anni. Nel senso che il figlio del proprietario non sapeva che fine avesse fatto.

La fresa non la posso utilizzare, in quanto ha l’attacco della p.d.f. troppo alto rispetto a quello del trattore, così che il cardano compie un angolo troppo elevato. E mi chiedo come avranno fatto all’epoca ad utilizzarla, anzi ancora di più, mi chiedo come hanno fatto a venderla assieme al trattore.

Comunque quando l’ho preso, aveva la pompa della nafta bloccata, e ho dovuto sostituirvi alcuni pezzi all’interno, non aveva più il sedile, l’impianto elettrico era praticamente inesistente. Poi qualcuno gli aveva messo i fari sul cofano, ed aveva eliminato del tutto quelle specie di protezioni che si trovano davanti i cingoli, ma chi sa cosa gli passava in mente a chi ha fatto quel lavoretto.

Poi in tutto quel casino che c’era nel garage, ho ritrovato le due protezioni, che ho dovuto accuratamente raddrizzare, e i fari li ho messi dietro di esse, praticamente davanti ai cingoli, così come da originale.

Mancavano anche le barre del sollevatore, ed un pistone idraulico per il sollevamento era praticamente privo di paraolio. Le barre le ho fatte io piegando del normale ferro da 60 x 12 mm, alle quali ho saldato quelle rotule che si vendono nei negozi di ricambi.

Da precisare, che io non ne avevo mai sentito parlare prima di questo modello, e nemmeno avevo visto qualche foto. Allora sono riuscito a capire dove andassero i fari, le protezioni, come erano le barre dei sollevatori, il sedile, e che lubrificanti utilizzare, solo grazie al libretto uso e manutenzione che il proprietario aveva accuratamente custodito.

In fine riporta stampato il numero progressivo 176.-

-Appena posso carico qualche foto di come l’ho trovato io all’inizio-.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

t18322_DSC00343.jpg

t18362_DSC00351.JPGt18361_DSC00341.JPGt18360_DSC00340.JPG

t18359_DSC00339.JPGt18358_DSC00337.JPG

Modificato da 80explorer

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avrei intenzione di prendere un aratro trainato per il fiat 220c di cui sopra. certo non per farlo lavorare, ma per poterlo portare a qualche raduno d'epoca. solo che guardando su internet non riesco a trovare nulla di dimensioni appropriate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

proprio nessuno conosce qualche ditta che ne costruisce qualcuno che potrebbe fare al caso mio? perchè quelli che si vedono dietro ai soliti 25c o 311/312 sono troppo grandi. quando presi il trattore, il vecchio proprietario mi disse che lui lo utilizzava con un dondi a sollevatore, ma che io ho mai visto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

complimenti explorer ti sei portato a casa un trattore che è molto raro ed è in condizioni decisamente ben conservate e complimenti ovviamente per come lo hai rimesso in sesto

vale piu del same nuovo:asd: (scherzo ovviamente ma pensandoci bene chissa se un trattore di oggi andra ancora tutto fra 50 anni...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come alzo il minimo al 220c? non posso farlo tramite i tirante dell' acceleratore perché vi saranno un paio di centimetri di gioco prima che inizia ad accelerare. ci deve essere qualche vite sulla pompa.

il motore è lo stesso del 215.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una procedura particolare, perchè c'è anche lo smorzatore da registrare, domani, se riesco metto una foto da libretto uso e manutenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
C'è una procedura particolare, perchè c'è anche lo smorzatore da registrare, domani, se riesco metto una foto da libretto uso e manutenzione.

 

ti ringrazio. è troppo basso e lo sento battere. oltre che se non faccio in tempo ad accelerare quando comincia a muoversi c'è il rischio che mi sispegne

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da libretto uso manut della 215, spero abbia le stesse regolazioni e stessi tiranti, dimmi se corrispondono.

6MvxD1.jpg

6Mvy3m.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Visitatore
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovi formattazione

  Sono ammessi al massimo solo 75 emoticon.

×   Il tuo link è stato automaticamente aggiunto.   Mostrare solo il link di collegamento?

×   Il tuo precedente contenuto è stato ripristinato.   Pulisci l'editor

×   Non è possibile incollare direttamente le immagini. Caricare o inserire immagini da URL.


×
×
  • Crea Nuovo...