Jump to content

Piante di uva che si seccano cosa sarà mai ?


Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

chiedo a voi che siete esperti, cercando di capire cosa puo' essere successo.

Ho creato un pergolato nel mio giardino.

Circa 4 anni fà iniziai a pensare di crearlo, e acquistai da un mio carissimo amico che ha un vivaio, nr. 3 piante di uva fragolina bianca.

Le piante sono posizionate circa mt.1.50/2 l'una dall'altra, e tra di essere c'e' una già esistente piu' vecchia di uva falanghina.

A distanza di 2 anni, improvvisamente 2 dell 3 piante si seccano, quando sono in piena fioritura con i grappoli sopra.

Pensavo fosse una fatalità, cosi' 2 anni fà sostituisco le 2 piante seccate con altre 2 sempre comprate dallo stesso vivaio, stesse identiche piante, a suo dire piante innestate.

L'anno scorso dopo 3 anni di vita, la 3° e ultima pianta rimasta delle nr. 3 acquistate la 1° volta si secca, sempre nello stesso periodo con l'uva sopra.

Oggi a distanza di 2 anni dalla posa delle successive 2 piante, ieri sera mi sono accorto che 1 stà seccando !!!! da un giorno all'altro e sempre con l'uva sopra.

Chiedo a voi che siete degli esperti di aiutarmi a capire cosa puo' essere successo ????

Se fosse una questine di terra malata, perche' la pianta di falanghina che stà tra di esse stà benone ?

Vi postero' successivamente anche anche delle foto.

grazie.

saluti.

frack

Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere un caso di concorrenza idrica a vantaggio della falanghina la quale sfrutta un apparato radicale certamente più sviluppato data la maggiore età.

 

Le viti non hanno bisogno di grosse quantità d'acqua, vero. Questo è vero in parte quando si tratta di piante di qualche anno, per le giovani barbatelle invece è bene predisporre, specie in annate come questa in cui almeno dalle mie parti non è caduta una goccia d'acqua per mesi, dei piani regolari di irrigazione superficiale.

 

:n2mu:

Link to post
Share on other sites

Ciao CBO e grazie della risposta.

Anche io so' della questione "troppa acqua" e proprio per questo non le ho proprio bagnate.....

Credo non sia possibile, quello che mi incuriosisce e' l'evento troppo "sistematico" si sono seccate 4 piante e sono convinto che prossimamente ci sarà la 5 ed ultima.

posto qualche foto.

saluti

 

http://i47.tinypic.com/6z6iv9.jpg

 

http://i48.tinypic.com/6z5177.jpg

 

http://i46.tinypic.com/2e3bqfs.jpg

 

http://i49.tinypic.com/o59hde.jpg

Link to post
Share on other sites
ho letto un po' in giro, pare che si tratti di mal dell'esca.....

 

Mal dell'esca su piante di 2/3 anni e in modo così sistematico? No neanche se il tuo amico (che non sarebbe un amico) ha materiale da innesto già malato, evento che non è più una novità purtroppo su certe varietà e qui nicchiamo...

 

Altro cosa. Scrivi che le piante sono disseccate improvvisamente. Ti posso garantire che il mal dell'esca è una malattia tutt'altro che repentina. Un viticoltore ha tutto il tempo di soffrire con la pianta:fiufiu:.

 

Comunque se vuoi toglierti questo dubbio posta due foto della sezione delle piante interessate una presa a un metro da terra e una a ridotto dei capi a frutto.

 

Dopo aver visto le foto che hai postato mi sono convinto ancor di più che la mia tesi sia molto vicina alla verità.

 

ps. se riesci fai anche una foto dell'apparato radicale.

 

:n2mu:.

Link to post
Share on other sites

Ciao,

non 2/3 ma quattro/cinque anni.

La questione idrica la escluderei, anche perche' non troppo spesso ma le bagno.

Il mal dell'esca ho letto sia una malattia abbastanza diffusa.

Ho visto video di piante anche di 20/25 anni e come dici tu ci mette tempo ma comunque la pianta si secca. Malattia provocata da tagli durante la potatura e grandine.Non esistono rimedi se non quello di sfruttare il pollone che fuoriesce dalla radici, queste ultime non si ammalano.

Ho letto che nella maggior parte delle morti precoci di piante giovani,sia dovuto alla barbatella malata (l'innesto e' stato realizzato sul tralcio già malato)

Il degradarsi delle foglie nelle foto sul web, e' quello, ma e' comunque necessariamente il processo della morte.

Ho un'altra pianta e nr. 3 sono su da mia suocera............vedremo.

saluti

 

frack

Link to post
Share on other sites
Ciao,

Ho visto video di piante anche di 20/25 anni e come dici tu ci mette tempo ma comunque la pianta si secca. Malattia provocata da tagli durante la potatura e grandine.Non esistono rimedi se non quello di sfruttare il pollone che fuoriesce dalla radici, queste ultime non si ammalano.

frack

 

Non necessariamente...i funghi del mal dell'esca possono metterci un po' a propagarsi in tutta la pianta, se sei fortunato potresti trovarti con solo una parte di pianta malata e un'altra sana, tipicamente ma non sempre al di sotto di quella malata. In quel caso, se tagli il tronco al di sopra della parte sana (il taglio va poi disinfettato), eliminando quella infetta, potresti benissimo riuscire a salvare la pianta senza dover andare sotto al punto d'innesto o addirittura a livello delle radici.

L'importante è verificare se quella che, sulla basa dell'osservazione dell'aspetto dei tralci, dovrebbe essere la parte ancora sana della pianta, non sia in realtà già infetta dentro. Ma lì quando tagli il tronco te ne accorgi subito, sulle mie viti che sono già un po' anzianotte (e quindi più esposte al mal dell'esca), quando c'è la malattia la carie all'interno del tronco si nota eccome. In quel caso, se si vuol salvare la pianta, tocca per forza tagliare più in basso.

Comunque ti conviene fare come dice CBO, fai le foto delle sezioni delle piante e mostrale, così si può capire di più.

:n2mu:

Edited by Vezza
Link to post
Share on other sites

La sete la escluderei, sono piante di 3/4 anni !!!

ho messo delle barbatelle quest'anno tra i filari di falanghina, le lo bagnate pochissimo e stanno benissimo !!!!

troppo sistematico, la malattia progredisce in luglio ed agosto ed i frutti non arrivano a maturazione, e' esattamente quello che e' successo a me 4 volte.

guardati il video.

 

saluti.

frack

Link to post
Share on other sites
O.T.: CBO se l'avatar è la tua cantina, desidererei venire a fare un giro! Grazie

 

Ti accontenti con poco. Visto il periodo però sarebbe meglio aggiornarci a fine vendemmia per un assaggio se sei d'accordo. Ricordati di mandarmi un messaggio in privata sede, sarò felice di risponderti.

 

La sete la escluderei, sono piante di 3/4 anni !!!

ho messo delle barbatelle quest'anno tra i filari di falanghina, le lo bagnate pochissimo e stanno benissimo !!!!

troppo sistematico, la malattia progredisce in luglio ed agosto ed i frutti non arrivano a maturazione, e' esattamente quello che e' successo a me 4 volte.

guardati il video.

 

saluti.

frack

 

L'autore del video è un mio paesano, gran lavoratore come il padre titolare di c.a. 15 ha di glera in gran parte a destinazione docg, alcuni anche di recente piantumazione. Il vigneto in questione si trova proprio sul confine della docg, ovvero meno di 1 km in linea d'aria da me.

 

Stento a credere che quello che è successo a te sia quello che si vede nel video. Quella di Diego è la tipica forma di mal dell'esca, che si manifesta nel periodo più caldo dell'anno (strees idrico = debolezza della pianta carica del frutto) con la pianta che disseca lentamente in tutto o in parte. Il tuo invece è stato, per tuo stesso dire, un dissecamento repentino e come si vede dalle foto riguarda tutta la parte verde della pianta. Tu non avrai modo di recuperare la pianta con l'allevamento di un pollone perchè tu la prossima primavera non avrai nessun pollone essendo morta la pianta (ps non avrai nemmeno il selvatico).

 

Comunque se le ombre che si vedono nello xiloma del capo a frutto (quelle che hai postato non possono essere le foto della pianta di 3/4 anni) sono elementi reali (non si capisce molto bene se sia l'ombra di tua moglie o cosa) dello xiloma allora non ti resta che cambiare vivaista perchè il tuo amico:nutkick: ha materiale da innesto malato da mal dell'esca o da qualcos'altro che colpisce lo xiloma delle giovani piante.

 

:n2mu:.

Link to post
Share on other sites

Grazie CBO,

di comprare altre piante dallo stesso vivaista non se ne parla, infatti ho comprato delle nuove barbatelle altrove.

Per il resto e' solo per una questione di principio, capirne la causa.

un saluto a tutti.

 

frack

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Create New...