Jump to content
marty92

Partita IVA agricola: come funziona?

Recommended Posts

1 ora fa, Mirco22 ha scritto:

Grazie mille, valuterò anche questa possibilità. Più che altro devo parlarne con i miei...tanto come hobby i miei hanno speso e a volte spendono, avevano una barca a vela con motore più il posto al porto preso in affitto, hanno due case vacanze una mare e una montagna poi altre proprietà in affitto...ecc... 

 

Perdonami, ma se scrivi un altro paio di messaggi di questo genere sembra quasi che tu ci voglia piglia per il culo..:)

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nono era per dire che volendo i miei possono permettersi spese importanti.....comunque ho quasi deciso di fare con molta più calma. Andrò avanti con l'attività di famiglia, poi farò dell'esperienza nel settore magari come fa un ragazzo della mia zona, va presso un'azienda di conto terzi lavorare per qualche mese l'anno e impara il mestiere, lui ha un'azienda agricola già avviata. Poi quando sarò sicuro di un mio budget posso cercare di comprare delle proprietà, o comunque investire nel settore agricolo. Che ne pensate? Potrebbe funzionare? Anche perché non ho mai guidato dei trattori. Secondo voi fra qualche anno il prezzo della terra agricola calerà?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Mirco22 ha scritto:

Nono era per dire che volendo i miei possono permettersi spese importanti.....comunque ho quasi deciso di fare con molta più calma. Andrò avanti con l'attività di famiglia, poi farò dell'esperienza nel settore magari come fa un ragazzo della mia zona, va presso un'azienda di conto terzi lavorare per qualche mese l'anno e impara il mestiere, lui ha un'azienda agricola già avviata. Poi quando sarò sicuro di un mio budget posso cercare di comprare delle proprietà, o comunque investire nel settore agricolo. Che ne pensate? Potrebbe funzionare? Anche perché non ho mai guidato dei trattori. Secondo voi fra qualche anno il prezzo della terra agricola calerà?

Dalle tue parti non so ma in ogni caso non è che crolla. Magari però nel tempo di chiarisci un pò le idee e magari ti capita un'occasione anche un pò distante da casa tua . In quel caso ti dovresti procurare anche un ricovero mezzi e attrezzi . Se poi hai già dei contatti con aziende agricole o zootecniche perchè hai fatto dei lavori magari ti tengono informato ancche loro se capita qualche cosa. Anche perchè se hai già una attività che ti dà un certo reddito non indifferente mi pare, per avere un pari reddito dall'attività agricola dovresti come minimo fare una filiera di qualcosa e vendere tu direttamente al consumatore finale. Allora si in quel caso potresti avere delle belle soddisfazioni. Cioè produrre per la gdo non è così remunerativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, superbilly1973 ha scritto:

Dalle tue parti non so ma in ogni caso non è che crolla. Magari però nel tempo di chiarisci un pò le idee e magari ti capita un'occasione anche un pò distante da casa tua . In quel caso ti dovresti procurare anche un ricovero mezzi e attrezzi . Se poi hai già dei contatti con aziende agricole o zootecniche perchè hai fatto dei lavori magari ti tengono informato ancche loro se capita qualche cosa. Anche perchè se hai già una attività che ti dà un certo reddito non indifferente mi pare, per avere un pari reddito dall'attività agricola dovresti come minimo fare una filiera di qualcosa e vendere tu direttamente al consumatore finale. Allora si in quel caso potresti avere delle belle soddisfazioni. Cioè produrre per la gdo non è così remunerativo.

Secondo me se ha tanta passione quanto capitale da investire, può essere uno di quelli che ce la fa. Naturalmente senza pretendere il tenore di vita che ha attualmente, che ipotizzo essere più che decoroso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Nick670H ha scritto:

Secondo me se ha tanta passione quanto capitale da investire, può essere uno di quelli che ce la fa. Naturalmente senza pretendere il tenore di vita che ha attualmente, che ipotizzo essere più che decoroso.

Si. Poprio per quello ho detto che potrebbe riuscire a chiudere l'intero ciclo di coltivazione e di trasformazione e di vendita. Quello che a noi manca o almeno quello che manca agli agricoltori che vedo io , è che per quanti ettari di terra tu possa coltivare non avrai mai reddito soddisfacente se non riesci a vendere tu direttamente o comunque ad entrare attivamente nella vendita del prodotto finale. Poi ovvio magari non gli basta una vita per riuscirci però ha le carte per provarci perchè comunque non ha l'obbligo di vivere dalla terra.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cioè fatemi capire, abbiamo un paese al collasso, metà industria con operai in cassa integrazione, un fardello di reddito di cittadinanza da mantenere, poi saltano fuori questi casi di "capricci" e si investono migliaia di € alla cazzum? Io credo che suo padre sia un ottimo imprenditore per essere arrivato ai risultati illustrati, confido in lui e nella sua perseveranza nel non dare sfogo a pure pazzie di gioventù. Ma stiamo scherzando?! Non è mai salito su un trattore!!!Quale imprenditore riverserebbe migliaia se non milioni di € per inseguire un'illusione di un ragazzo (non frantendetemi, il ragazzo non ha colpa, è stato traviato dalla società e dagli organi di informazione)...

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Cioè fatemi capire, abbiamo un paese al collasso, metà industria con operai in cassa integrazione, un fardello di reddito di cittadinanza da mantenere, poi saltano fuori questi casi di "capricci" e si investono migliaia di € alla cazzum? Io credo che suo padre sia un ottimo imprenditore per essere arrivato ai risultati illustrati, confido in lui e nella sua perseveranza nel non dare sfogo a pure pazzie di gioventù. Ma stiamo scherzando?! Non è mai salito su un trattore!!!Quale imprenditore riverserebbe migliaia se non milioni di € per inseguire un'illusione di un ragazzo (non frantendetemi, il ragazzo non ha colpa, è stato traviato dalla società e dagli organi di informazione)...
 
Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 
 
 
 

Ne conosco parecchi, chi per seguire un sogno chi per un vizio di dire “mi sporco le mani” chi perché nella azienda del padre non sapeva fare una o con un bicchiere e quindi “facciamogli sto regalo e fuori dalle balle”, ma la fine che hanno fatto sempre la stessa è.
Al giorno d oggi puoi diventare chiunque ma saper fare L agricoltore come dio comanda è un altra cosa e pure difficile, se poi ti basta mettere il culo su 300 e passa cv be per quello c’è casella che affitta fendt come se piovesse, ti fai un giro ti sporchi un po’ e poi lo riporti


Inviato dal mio iPad

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/2/2020 Alle 16:08, Mirco22 ha scritto:

sono della provincia di Vicenza.

curiosità più o meno che zona ? grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, siesa ha scritto:

curiosità più o meno che zona ? grazie.

Vicenza ovest zona sovizzo creazzo monteviale costabissara....

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eccomi, è venuta una bella discussione....

Oggi pomeriggio sono andato per lavoro dal commercialista, essendo soli gli ho parlato del mio progetto. Lui mi ha dato una serie di consigli:

- produrre ortaggi a km 0 per la vendita al dettaglio

- produrre altri prodotti agricoli costruendo una tua filiera con un brand proprio e vedere al dettaglio sia in azienda che online, così da avere molti clienti
- creare una società agricola con un giovane agricoltore ben avviato che crede in un progetto fattibile per entrambi, cosi potete ingrandirvi e modernizzarvi
- diventare socio di cooperative agricole dove i contadini portano i vari raccolti oppure socio di grandi aziende agromeccaniche 

Ma il tutto fatto con calma valutando bene i rischi. Poi per convincere mio padre, secondo lui fare esperienza presso un'azienda agricola cosi da dimostrargli cosa so fare....poi portare un progetto cartaceo e preciso il più possibile su cosa voglio fare....forse lo riesco a convincere. Cosi mi ha detto.

Aggiungo che la mia idea è sempre stata fare un brand mio vendendo al dettaglio per cercare di guadagnare di più.

Poi si potrebbe fare un maneggio, visto che nella mia zona ce ne sono pochi e tutti pieni. Vedo che i vari padroni sono contenti non si lamentano. 

Oggi ho pensato che nella mia zona ci sono abbastanza boschi, dove le persone per pochi soldi li vendono, oppure certi non vogliono nulla, basta che tagli pulisci e porti via tutto senza creare danni. Potrebbe essere interessante per vendere il legname per riscaldamento direttamente al cliente. C'è un'azienda che lo sta già facendo e mi sembra dia buoni risultati visto che prima faceva il medico all'ospedale e adesso fa solo boscaiolo, vendita legna da ardere e giardiniere. 

Cosa ne pensate?? Grazie per tutto siete fantastici. Aspetto tante risposte. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Eccomi, è venuta una bella discussione....
Oggi pomeriggio sono andato per lavoro dal commercialista, essendo soli gli ho parlato del mio progetto. Lui mi ha dato una serie di consigli:
- produrre ortaggi a km 0 per la vendita al dettaglio
- produrre altri prodotti agricoli costruendo una tua filiera con un brand proprio e vedere al dettaglio sia in azienda che online, così da avere molti clienti
- creare una società agricola con un giovane agricoltore ben avviato che crede in un progetto fattibile per entrambi, cosi potete ingrandirvi e modernizzarvi
- diventare socio di cooperative agricole dove i contadini portano i vari raccolti oppure socio di grandi aziende agromeccaniche 
Ma il tutto fatto con calma valutando bene i rischi. Poi per convincere mio padre, secondo lui fare esperienza presso un'azienda agricola cosi da dimostrargli cosa so fare....poi portare un progetto cartaceo e preciso il più possibile su cosa voglio fare....forse lo riesco a convincere. Cosi mi ha detto.
Aggiungo che la mia idea è sempre stata fare un brand mio vendendo al dettaglio per cercare di guadagnare di più.
Poi si potrebbe fare un maneggio, visto che nella mia zona ce ne sono pochi e tutti pieni. Vedo che i vari padroni sono contenti non si lamentano. 
Oggi ho pensato che nella mia zona ci sono abbastanza boschi, dove le persone per pochi soldi li vendono, oppure certi non vogliono nulla, basta che tagli pulisci e porti via tutto senza creare danni. Potrebbe essere interessante per vendere il legname per riscaldamento direttamente al cliente. C'è un'azienda che lo sta già facendo e mi sembra dia buoni risultati visto che prima faceva il medico all'ospedale e adesso fa solo boscaiolo, vendita legna da ardere e giardiniere. 
Cosa ne pensate?? Grazie per tutto siete fantastici. Aspetto tante risposte. 
Mi sembra che hai tante idee per la testa, ma non puoi fare tutte quelle cose da solo.
Parti con una cosa e cerca di farla bene.

Io proverei con la strada degli ortaggi, vendere a km0 ma soprattutto avere un piccolo laboratorio per la trasformazione e vendere online in vasetti (es. Verdure sott' olio...).
Fai bene i conti perché è una strada complessa, ma puoi provare a fare un primo insediamento e richiedere mutui a tasso agevolato.

Per cominciare prova a trovare lavoro da un terzista, così intanto metti da parte qualcosa ma sopratutto sarai avvantaggiato nel fare le prime lavorazioni nei tuoi terreni.



Inviato dal mio SM-G930F utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Gianni il Folle ha scritto:

Cioè fatemi capire, abbiamo un paese al collasso, metà industria con operai in cassa integrazione, un fardello di reddito di cittadinanza da mantenere, poi saltano fuori questi casi di "capricci" e si investono migliaia di € alla cazzum? Io credo che suo padre sia un ottimo imprenditore per essere arrivato ai risultati illustrati, confido in lui e nella sua perseveranza nel non dare sfogo a pure pazzie di gioventù. Ma stiamo scherzando?! Non è mai salito su un trattore!!!Quale imprenditore riverserebbe migliaia se non milioni di € per inseguire un'illusione di un ragazzo (non frantendetemi, il ragazzo non ha colpa, è stato traviato dalla società e dagli organi di informazione)...

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Cosa c’entra la situazione economica del paese con lui? Colpa sua se c’è la gente in cassa integrazione? Boh... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mirco22 ha scritto:

- produrre altri prodotti agricoli costruendo una tua filiera con un brand proprio e vedere al dettaglio sia in azienda che online, così da avere molti clienti
- creare una società agricola con un giovane agricoltore ben avviato che crede in un progetto fattibile per entrambi, cosi potete ingrandirvi e modernizzarvi

Potresti trovare un agricoltore con cui costituire una società, oppure un laureato in agraria che abbia esperienza anche con i trattori (ci sono tanti giovani volenterosi pronti a mettersi alla prova come te), così hai qualcuno con cui collaborare e che ti aiuta ad imparare sia la meccanica dei trattori che la cura delle colture. Potresti partire proprio dal creare un piccolo maneggio ed un po' di terreno da coltivare, così da utilizzare le strutture stesse del maneggio per la vendita a km 0.

Informati sulle varie opportunità che offre la tua zona, e fatti aiutare dalle tue conoscenze (sfrutta soprattutto i contatti che hai grazie all'azienda di famiglia) a redigere un business plan valido, di fronte al quale poi ragionare sulla fattibilità o meno di questa avventura.

Posso chiederti qual è la tua formazione scolastica-universitaria? Hai conoscenze di management? Sei giovane, hai tutto il tempo per fare esperienza sul campo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Mirco22 ha scritto:

Potrebbe essere interessante per vendere il legname per riscaldamento direttamente al cliente.

qui un po' me ne intendo. una cosa è fare qualcosa per autoconsumo, altro è vendere legna a livello commerciale. bisogna essere attrezzati, i costi sono alti e la gente se paga pretende.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/2/2020 Alle 16:08, Mirco22 ha scritto:

Il mio progetto di azienda agricola è specializzata in seminativi...magari di pregio...come canapa e cereali antichi..

hai mai pensato di prendere qualche campo in affitto breve per provare ? erba da foraggio in collina interessa ?

Edited by siesa

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Gianni il Folle ha scritto:

Cioè fatemi capire, abbiamo un paese al collasso, metà industria con operai in cassa integrazione, un fardello di reddito di cittadinanza da mantenere, poi saltano fuori questi casi di "capricci" e si investono migliaia di € alla cazzum? Io credo che suo padre sia un ottimo imprenditore per essere arrivato ai risultati illustrati, confido in lui e nella sua perseveranza nel non dare sfogo a pure pazzie di gioventù. Ma stiamo scherzando?! Non è mai salito su un trattore!!!Quale imprenditore riverserebbe migliaia se non milioni di € per inseguire un'illusione di un ragazzo (non frantendetemi, il ragazzo non ha colpa, è stato traviato dalla società e dagli organi di informazione)...

 

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

 

 

 

 

Col massimo rispetto per tutti i coinvolti, io dico che coi propri soldini uno fa quello che vuole. E se riesce a convincere suo papà buon per lui. E se, come probabile, si dovesse sputtanare svariati centinaia di migliaia di euro in una cosa che non andrà in porto, senza rovinare la famiglia, si sarà fatto un'esperienza di vita che male non fa. Per chi li ha, i soldi non sono un problema. Male che vada ha fatto girare un po'  di economia.😂👍

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Titiro ha scritto:

Potresti trovare un agricoltore con cui costituire una società, oppure un laureato in agraria che abbia esperienza anche con i trattori (ci sono tanti giovani volenterosi pronti a mettersi alla prova come te), così hai qualcuno con cui collaborare e che ti aiuta ad imparare sia la meccanica dei trattori che la cura delle colture. Potresti partire proprio dal creare un piccolo maneggio ed un po' di terreno da coltivare, così da utilizzare le strutture stesse del maneggio per la vendita a km 0.

Informati sulle varie opportunità che offre la tua zona, e fatti aiutare dalle tue conoscenze (sfrutta soprattutto i contatti che hai grazie all'azienda di famiglia) a redigere un business plan valido, di fronte al quale poi ragionare sulla fattibilità o meno di questa avventura.

Posso chiederti qual è la tua formazione scolastica-universitaria? Hai conoscenze di management? Sei giovane, hai tutto il tempo per fare esperienza sul campo.

Grazie mille davvero, prenderò in considerazione.

Il business plan è fondamentale, così sicuramente sarà più facile il tutto. 

Ho un diploma in Amministrazione Finanza e Marketing, praticamente economica. Ho esperienza manageriale nell'azienda di famiglia. Non sono andato subito all'università per fare contento mio padre che mi voleva al suo fianco, diversamente da mamma che era favorevole. Io credo che il tempo per imparare ci sia sempre, anche perché l'innovazione va avanti e quello che studi oggi domani non va bene. Poi credo nella collaborazione con più figure professionali in vari settori collegati assieme, per esempio agronomi, periti agrari, agricoltori con esperienza, meccanici agricoli, veterinari (se uno vuole l'allevamento) eccc......

Essendo io la quarta generazione di imprenditori, mio nonno mi ha sempre insegnato, si ONESTO, pensa a chi lavora con te e per te. AMA IL TUO LAVORO, cosi sarai contento anche se fai fatica. Loro hanno faticato tantissimo, sempre pensando in grande per il futuro investendo sui giovani, non dominavano di notte ed erano spesso nervosi perché volevano a tutti i costi raggiungere un traguardo. Posso capire la fatica degli agricoltori, che lavorano moltissime ore all'anno per poi avere pochi soldi in tasca. Dalle mie parti molti piccoli agricoltori anziani anni fa hanno svenduto i campi agricoli, per venderli a grandi aziende agricole oppure passarli edificabili e costruire. Oggi ci lamentiamo della poca terra agricola, ma non vogliamo ricordare il passato, quando molti imprenditori edili compravano per una miseria i campi e ci guadagnavano costruendo immobili. Per non parlare dei terreni inquinati da discariche abusive.....ecco uno dei problemi dell'agricoltura italiana....oltre alle multinazionali ed ecc....con lavoro 

Share this post


Link to post
Share on other sites

il problema di ora è però che non ci sono quasi margini, quindi partire da quasi zero e per di più volendo fare le cose per bene è davvero dura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, siesa ha scritto:

hai mai pensato di prendere qualche campo in affitto breve per provare ? erba da foraggio in collina interessa ?

Si ci ho pensato...purtroppo i più belli sono già stati presi. Erba da foraggio sarebbe interessante se però trovo chi me la compra. Ci sono pochi allevamenti nella mia zona. Di prati in affitto dovrei trovarne perché ne vedo di incolti, magari.chiedendo a ogni singolo proprietario. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Col massimo rispetto per tutti i coinvolti, io dico che coi propri soldini uno fa quello che vuole. E se riesce a convincere suo papà buon per lui. E se, come probabile, si dovesse sputtanare svariati centinaia di migliaia di euro in una cosa che non andrà in porto, senza rovinare la famiglia, si sarà fatto un'esperienza di vita che male non fa. Per chi li ha, i soldi non sono un problema. Male che vada ha fatto girare un po'  di economia.
Benissimo, se la pensiamo così allora tutto ok, avanti Savoia, scialacquiamo i guadagni di una vita, è pur sempre un'esperienza anche quella, Lapo docet, sono anni che ci prova anche lui ma non ce l'ha ancora fatta....
Ps, non vorrei essere frainteso, è ovvio che ognuno coi propri soldi fa ciò che vuole e crede più giusto, xò se mi si chiede un consiglio scrivo quello che penso. E se penso che il ragazzo stia successivamente confuso e propenso a fare una puttanata beh, glielo dico chiaro e tondo. Anche solamente seguire il consiglio di quelli che scrivono di partire dall'orto a km0 per fare vendita diretta, io credo che non sappiano bene come funziona questo tipo di business: se vuoi avere risultati decenti ti serve chi segue la parte agronomica (organizzando le lavorazioni e gestendo il personale, cosa non facile assolutamente); ti serve un banco in un posto buono ben visibile, servito almeno tutta la giornata altrimenti la gente se trova chiuso 2 volte torna al supermercato (quindi almeno 2 commesse fisse); ti servono i mezzi e attrezzi agricoli adatti, il terreno (nn serve molta terra ma almeno una serra con tutto); il 99% di banchi comprano merce esterna xke la gente se viene vuole trovare un po' di tutto, quindi devi sapere direttive reperire il resto tipo andando ai mercati all'ingrosso o avere agganci in giro; ti serve tutta la parte amministrativa (da quest'anno anche scontrini elettronici) e ti devi sorbire i mille controlli per essere in regola dato che vendi merce fresca riservata al consumo. È una macchina enorme da muovere se si vuole avere un minimo di reddito, servono le palle. E di fatti di punti vendita decenti ce ne sono pochi, gli altri campano 3 anni e poi chiudono.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiedo, in collina da me e in altre zone limitrofe, ci sono dei campi piccoli ma comunque secondo me buoni per coltivare. Sono per lo più tenuti incolti o trinciano l'erba qualche volta per tenere un prato pulito. Non sono in vendita e nemmeno in affitto, ma se io vado da ogni singolo proprietario e gli chiedo forse qualcosa posso fare....

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, Gianni il Folle ha scritto:

Benissimo, se la pensiamo così allora tutto ok, avanti Savoia, scialacquiamo i guadagni di una vita, è pur sempre un'esperienza anche quella, Lapo docet, sono anni che ci prova anche lui ma non ce l'ha ancora fatta....
Ps, non vorrei essere frainteso, è ovvio che ognuno coi propri soldi fa ciò che vuole e crede più giusto, xò se mi si chiede un consiglio scrivo quello che penso. E se penso che il ragazzo stia successivamente confuso e propenso a fare una puttanata beh, glielo dico chiaro e tondo. Anche solamente seguire il consiglio di quelli che scrivono di partire dall'orto a km0 per fare vendita diretta, io credo che non sappiano bene come funziona questo tipo di business: se vuoi avere risultati decenti ti serve chi segue la parte agronomica (organizzando le lavorazioni e gestendo il personale, cosa non facile assolutamente); ti serve un banco in un posto buono ben visibile, servito almeno tutta la giornata altrimenti la gente se trova chiuso 2 volte torna al supermercato (quindi almeno 2 commesse fisse); ti servono i mezzi e attrezzi agricoli adatti, il terreno (nn serve molta terra ma almeno una serra con tutto); il 99% di banchi comprano merce esterna xke la gente se viene vuole trovare un po' di tutto, quindi devi sapere direttive reperire il resto tipo andando ai mercati all'ingrosso o avere agganci in giro; ti serve tutta la parte amministrativa (da quest'anno anche scontrini elettronici) e ti devi sorbire i mille controlli per essere in regola dato che vendi merce fresca riservata al consumo. È una macchina enorme da muovere se si vuole avere un minimo di reddito, servono le palle. E di fatti di punti vendita decenti ce ne sono pochi, gli altri campano 3 anni e poi chiudono.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
 

Ai figli bisogna lasciare fare quello che si sentono di fare, nei limiti delle possibilità ovviamente. E se glielo impedisci, se è qualcosa che vogliono fare sul serio, rimarrà loro un rimorso.

Concordo sui commenti negativi dell'imprenditore Lapo... ma torniamo al discorso che uno i soldi li spende dove vuole. Eventualmente ne trarrà le conseguenze poi.

Io non sarei nelle condizioni di offrire un'opportunità del genere ai miei figli, e probabilmente anch'io sconsiglierei un'avventura del genere, ma se c'è chi può provare, perché no? Magari venendo da un altro settore ha il gene imprenditoriale che a molti di noi manca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Mirco22 ha scritto:

Erba da foraggio sarebbe interessante se però trovo chi me la compra

puoi provare con i maneggi. tieni presente che hanno il piccolo inconveniente che fanno fatica  a pagare. se trovi magari fai un fischio, ho due ettari scarsi tra arcugnano e brendola.

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, siesa ha scritto:

puoi provare con i maneggi. tieni presente che hanno il piccolo inconveniente che fanno fatica  a pagare. se trovi magari fai un fischio, ho due ettari scarsi tra arcugnano e brendola.

Conosco un pò il mondo dei maneggi, teoricamente soldi ne hanno....ho fatto 8 anni di corsi di equitazione e mi sono costati migliaia di euro....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Mirco22 ha scritto:

teoricamente soldi ne hanno.

resta il problema che paghino i fornitori

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...