Jump to content
marty92

Partita IVA agricola: come funziona?

Recommended Posts

buongiorno.se io apro una partita iva non superiore a 7000,00euro per la coltivazione di tre ettari di uliveto,posso assumere una persona per la pulizia e raccolta del prodotto?se si devo aggiungere alla mia dichiarazione dei redditi essendo assunto sotto una ditta privata?.grazie antonio.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

avrei una domanda... io ho una soc.agr. familiare con legale rappresentante mia madre... vorrei cambiare legale rappresentante e nome della societa.. per il momento l'intestazione della societa e' es."soc.agr.rossi mario,rossi maria e bianchi paola" vorrei cambiarla in "soc.agr.rossi" e cambiare anche il legale rappresentante... cosa dovrei fare... grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
buongiorno.se io apro una partita iva non superiore a 7000,00euro per la coltivazione di tre ettari di uliveto,posso assumere una persona per la pulizia e raccolta del prodotto?se si devo aggiungere alla mia dichiarazione dei redditi essendo assunto sotto una ditta privata?.grazie antonio.

 

 

tu assumeresti persone occasionali,oppure tutto l'anno?

 

avrei una domanda... io ho una soc.agr. familiare con legale rappresentante mia madre... vorrei cambiare legale rappresentante e nome della societa.. per il momento l'intestazione della societa e' es."soc.agr.rossi mario,rossi maria e bianchi paola" vorrei cambiarla in "soc.agr.rossi" e cambiare anche il legale rappresentante... cosa dovrei fare... grazie

secondo me andando dal commercialista,si fa tranquillamente,però se non ricordo male c'è una procedura da fare,che lui chiaramente sa bene!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno vorrei aprire una partita iva agricola per gestire un po di terreno di propriet- avendo comunque qualche mezzo.

 

mi hanno detto che l anno scorso c è stato qualche cambiamento per la partita iva, potete ragguagliarmi? Per quanto so io devo andare agenzia entrate e gratis posso ricevere la partita iva agricola in regime di esonero (giusto?) poi devo registrarla alla camera di commercio.

potete indicarmi i costi. E poi cosa si intende che non si devono superare 7000 euro di fatturato?

 

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

non devi superare i 7000 euro per rimanere nel regime di esonero(dal tenere la contabilità)

Share this post


Link to post
Share on other sites
non devi superare i 7000 euro per rimanere nel regime di esonero(dal tenere la contabilità)

 

 

Pero' l iscrizione alla camera di commercio la devo fare comunque? visto che vorrei intestarmi trattore e comprare il carburante a prezzo agevolato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

per il carburante agricolo, si sei costretto a iscriverti alla camera di commercio

Share this post


Link to post
Share on other sites
per il carburante agricolo, si sei costretto a iscriverti alla camera di commercio

 

..quindi quanto mi costa la prima volta e eventualmente ogni anno?

 

Grazie...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi questa mattina sono andato all agenzia dell entrate prima mi hanno fatto compilare un a utocertificazione che non sono imprenditore agricolo, poi mi hanno dato il numero di p.i.. Alla fine mihanno detto che questa procedura mi permette solo di intestar,i il trattore, mentre se voglio usufruire del gasolio, divento imprenditore agricolo e la procedura va fatta da un intermediario commerciale che con un software manda le comunicazioni a tutti ovvero camera commercio inps ecc. ma alla domanda se continuo ad essere in regime di esonero ovvero senza dichiarazioni dei redditi e altro non mi ha saputo dire mulla.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo all'Agenzia delle Entrate? E se non lo sanno loro chi lo deve sapere?

 

Riguardo alla contabilità, anche sotto i 7000 euro devi tenere il registro dei corrispettivi, oltre al fatto che comunque uno due numeri se li scrive sempre, fosse anche solo per se stesso).

 

Per la dichiarazione dei redditi avendo un secondo lavoro utilizzi un modulo diverso, anche se ammetto che non ricordo mai il numero e che comunque per queste cose mi faccio aiutare da una persona che ne sa più di me.

 

 

 

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo all'Agenzia delle Entrate? E se non lo sanno loro chi lo deve sapere?

 

Riguardo alla contabilità, anche sotto i 7000 euro devi tenere il registro dei corrispettivi, oltre al fatto che comunque uno due numeri se li scrive sempre, fosse anche solo per se stesso).

 

Per la dichiarazione dei redditi avendo un secondo lavoro utilizzi un modulo diverso, anche se ammetto che non ricordo mai il numero e che comunque per queste cose mi faccio aiutare da una persona che ne sa più di me.

 

 

 

 

ciao

io l azienda devo aprirla a novembre per la pi ce l'ho già.la morosa ha un bar e per darle duepomodori e un po' di insalata vorrebbe una fattura(per asl) cosa devo farle perché sia tutto a norma?graze

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ragazzi questa mattina sono andato all agenzia dell entrate prima mi hanno fatto compilare un a utocertificazione che non sono imprenditore agricolo, poi mi hanno dato il numero di p.i.. Alla fine mihanno detto che questa procedura mi permette solo di intestar,i il trattore, mentre se voglio usufruire del gasolio, divento imprenditore agricolo e la procedura va fatta da un intermediario commerciale che con un software manda le comunicazioni a tutti ovvero camera commercio inps ecc. ma alla domanda se continuo ad essere in regime di esonero ovvero senza dichiarazioni dei redditi e altro non mi ha saputo dire mulla.

Per avere il gasolio agricolo basta che ti iscrivi alla camera di commercio come ditta individuale (88 € all'anno) e che fai la domanda del gasolio agricolo e apri il libretto del gasolio.

Il tutto meglio farlo dai "sindacati" coldiretti-cia ecc.

Non c'entra niente diventare imprenditore, se apri la P.iva diventi già imprendotore agricolo non professionale.

Se non superi i 7000€ di fatturato continui a restare in regime d'esonero.

Sulla dichiarazione dei redditi indicherai solo il reddito dominicale dei terreni.

 

Occhio che poi serve la cisterna omologata e verranno a fare i controlli a tutta l'azienda per la sicurezza delle macchine e attrezzature.

 

C'e' qualcuno che ha la p.i. in regime di esonero? che codice attività vi hanno scritto?

Ecco qua tutti i codici:

http://www.codiciateco.it/agricoltura--silvicoltura-e-pesca/A

Share this post


Link to post
Share on other sites
io l azienda devo aprirla a novembre per la pi ce l'ho già.la morosa ha un bar e per darle duepomodori e un po' di insalata vorrebbe una fattura(per asl) cosa devo farle perché sia tutto a norma?graze

 

emettere la fattura..semplice, no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma come devono essere?dove posso trovare quelle più giuste?si possono usare quelle che usano nei mercatini agricoli?o servono dettagliate?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se sei in regime di esonero non devi fare nulla ma e' la tua ragazza che deve emettere un'autofattura, se invece tieni la contabilita' devi fare una fattura, trovi i blocchetti nelle cartolerie o negozi con prodotti per uffici..fai il prezzo e applichi l'iva

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo al' imps .....un pensinato che apre p i in regime forfettario (sotto i 7000 euri)????

Share this post


Link to post
Share on other sites
riguardo al' imps .....un pensinato che apre p i in regime forfettario (sotto i 7000 euri)????

Qual è la domanda?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricapitolando... Apro la p.iva, posso intestarmi iltrattore e Fino a 7000 euro non ho dich redd da fare.. Ma se ho un altra attivita anche? Tipo faccio ritenute d'acconto come mi devo regolare?

Devo versarmi i contributi ogni anno?

Se chiudo la p.iva, che fine fa il trattore, ne resto il proprietario? Lo devo vendere?

 

Graziee!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

se chiudi la partita iva iil trattore non lo puoi più usare su strada, in quanto lil libretto deve avere una partita iva valida per circolare normalmente; i contributi non li devi pagare, finchè rispetti i 7000 € del regime di esonero; se vendi prodotti a qualche ditta, saranno loro a fare autofatturazione, mentre a privati dovrebbero esserci dei moduli presso coldiretti o affini da compilare, ma personalmente non ho ancora avuto necessità di questi moduli, quindi non ti assicuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno, vi chiedo di chiarire alcuni miei dubbi...

Devo acquistare un trattore agricolo da un agricoltore in regime di esonero iva e anch'io ho una partita iva che non supera i 7000 euro ( entrambi praticamente l'abbiamo aperta solamente per intestarsi il trattore).

 

 

Ora vi chiedo come devo comportarmi nell'acquisto del bene ( autofattura, scrittura privata, o che altro).

 

 

Se bisogna emettere autofattura chi deve farlo? Io o il venditore? Quindi se il bene da vendere ipoteticamente è di 10000 euro chi dovrà emettere autofattura uscirà dal regime di esonero giusto? Ma uscirà solo per l'anno in corso oppure non potrà più godere di questa misura?

 

 

Oppure nella vendita tra due p.iva sotto i 7000 euro non ci sono questi obblighi?

 

 

( e se nel caso nel libretto del trattore l'intestatario non fosse l'azienda agricola ma il privato nonostante abbia anche p.iva? O è indifferente trovare scritto come intestatario "pinco pallino" o " az.agr. pinco pallino"?)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Benearrivato :briai:

 

Ho letto tutto il forum! bello e grazie ai contribuenti.

 

Ho circa 20 ettari di terreni agricoli vari per lo più a bosco, sia in zone montane sia in zone di pianura, su più comuni e regioni (lombardia e toscana).

Ho 44 anni

 

Domanda: esistono agevolazioni, incentivi o facilitazioni per il recupero/ampliamento di immobili destinati alla conduzione dei fondi per P.I. agricole che non hanno intenzione di fatturare oltre i 7.000 €?

Dove trovo le info se non qui?

es. 10 anni fa ho chiesto la ristrutturazione di una baita crollata in montagna in zona soggetta a svariati vincoli. L'autorizzazione è stata concessa purchè "agricoltore"... ai tempi equivaleva per me ad un no! Mi sembra di aver letto che le cose siano cambiate. Sapete dirmi qualcosa o reindirizzarmi?

 

Un reddito non superiore a 7.000 €, dato dagli affitti , non sup. 7.000 €, a turisti di immobili in aree agricole, per possessori di P.I. agricola, è soggetto a tassazione o rientra nelle attività previste, per cui non "bisogna fare e pagare nulla"?

 

Ho un pick up d'epoca :gluglu: : con la P.I. agricola posso inserirlo come mezzo agricolo e risparmiare su assicurazione o gasolio?

il gasolio agricolo può essere utilizzato anche su autovetture e autocarri?

esiste solo il gasolio o anche benzina e gas agricoli?

I carburanti agricoli si comprano al distributore normale o serve la cisterna privata?

 

:asd: non sto cercando di fare il furbo: vorrei iniziare a fare qualcosa ma non ho mai avuto bisogno di P.I. perchè il trattore che ho non è immatricolato bla bla e vorrei capire qualcosa in più. :cheazz:

 

Ciao grazie e buon agosto asciutto a tutti :nutkick:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...