Jump to content
Tiziano

Magazzino motori

Recommended Posts

Apro questo argomento per affrontare, senza troppi inquadramenti o scalette, il settore dei motori in senso lato, ovvero apportando informazioni raccolti da varie fonti e atte ad illustrare qualsiasi cosa abbia a creare moto purchè non siano muscoli.

Sostanzialmente, quello che apporterò trarrà spunto dai motori a pistoni e il loro sviluppo nel secolo precedente, per autotrazione, aeronautica, marina o servizi stazionari.

Magari passando per il Wenkel, vapore e chissà altro transiti per le mani.

Mi raccomando, anche voi postate immagini più che potete.

 

Inizio con questa curiosità: un Perkins mono raffreddato ad aria e cilindro orizzontale; siamo nei primi anni 80 ed era una realizzazione cinese, dove tutt’ora sono prodotti con diversi marchi.

t171115_perkins-mono-aria.jpg

-------

 

Metà anni 60, Cummins a “V” sia 6 che 8 cilindri, compatti, destinati all’autotrasporto pesante, notate il règime di giri molto elevato, ben 3300; certo è che così i cv saltano fuori.

t171111_cummins-anni-69-6v-e-8v.jpg

 

---------

 

Guldner metà anni 50, non solo motori ma anche applicazioni relative.

t171112_guldner-anni-50-produz.jpg

 

---------

 

Anni 30, Junker Jumo 205, due tempi con pistoni contrapposti, 16 litri e passa di cilindrata, ciclo diesel per uso aeronautico, sovralimentato (sennò non potrebbe funzionare) con feritoie per l’ammissione e lo scarico.

t171113_junker-jumo-205-.jpg

 

---------

 

Lister, metà anni 50, per usi fissi.

t171114_lister-anni-50.jpg

 

---------

 

Metà anni 80, novità Slanzi nella sovralimentazione e raffreddati ad aria per tutti gli usi.

t171116_slanzi-anni-80-novitan.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ennesimo argomento epico del buon Tiziano che non finiremo mai di ringraziare per tutto quello che ci offre!

 

Tutto molto interessante, in particolare mi hanno colpito i Cummins anni 60 che già facevano 3300 giri che per motori del genere e in quell'epoca sono davvero tanti giri!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

è già davvero tanti giri!! pensa che tutt'ora la tecnologia da corsa audi tdi con una cilindrata di 3700cc a più di 8000 giri sviluppa 570cv!! 8000 giri per un diesel sono tantissimi!! :AAAAH:

Il motore Wankel è un motore a combustione interna di tipo rotativo (perché il pistone non si muove di moto rettilineo alternato ma ruota intorno a un asse); viene alimentato da un impianto di alimentazione con luci che sono posizionate o nella cassa statorica trocoidale (posizione periferica) o alternativamente, nelle piastre laterali della camera statorica (posizione laterale) e scarica i prodotti esausti (gas di scarico) tramite un impianto di scarico che analogamente presenta luci di scarico in posizione periferica o laterale.Il principio di funzionamento del Wankel è molto semplice: un pistone a tre lobiruota eccentricamente intorno all'albero motore, generando con il suo movimento camere di lavoro, all'interno delle quali si compiono ciclicamente le quattro classiche fasi di aspirazione - compressione - combustione - scarico.

Il motore Wankel, grazie alla sua particolare struttura, presenta numerosi vantaggii vantaggi:

 

 

  • un minor numero di parti in movimento;
  • una minore rumorosità e minori vibrazioni;
  • un'elevata leggerezza dovuta alle dimensioni ridotte ed elevato rapporto potenza/peso;
  • una minore emissione inquinante di ossidi di azoto, dovute alla minore temperatura media dei gas;
  • una maggiore potenza, a parità di cilindrata, rispetto ad un motore a pistoni alternativo;
  • una semplicità progettuale e manutentivaI principali svantaggi sono:

invece gli svantaggi sono:

 

 

  • scarsa durata degli elementi di tenuta del rotore;
  • coppia contenuta ai bassi regimi di rotazione;
  • consumo di carburante, in generale maggiore rispetto al motore alternativo;
  • problematica lubrificazione dei segmenti apicali;
  • tasso di idrocarburi incombusti molto elevato

da questo si deduce che non sia un motore adatto alle macchine agricole e forse sarà anche per questo che non l'hanno mai usato!?!? mah :cheazz: :2funny:

[ATTACH=CONFIG]7243[/ATTACH]

P.S. cliccate sull'immagine e accadrà una cosa spettacolare!! :briai:

Edited by green deer

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve ragazzi , non sapendo dove cercare/postare un tale argomento lo scrivo quì, pregando agli addetti ai lavori di spostarlo se esiste la discussione apposita o fondarne una nuova se ritenuto l'argomento interessante!

Dunque sempre più spesso tra colleghi agricoltori che si cimentano nelle riparazioni di emmergenza o nel fai da te , sulle pompe iniezione gosolio nascono problemi a volte anche rognosi spesso semplicemente nati dalla sostituzione di un filtro !

Ora lancio questa proposta: sarebbe interessante apprire una discussione in cui vengono classificate le varie pompe iniezione (bosch, cav, luck...) ,(assiali, o rotative)con i vari preggi e diffetti , nonche i trucchi di regolazione, pulizzia/spurgo , nella sostituzione dei filtri gasolio di ogniuna di esse

Con l'aiuto del buon tiziano , secondo me uscirebbe un'argomento davvero uttile per i fermi macchina nei periodi festivi dove non si trova un meccanico!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

.....mi hanno colpito i Cummins anni 60 che già facevano 3300 giri che per motori del genere e in quell'epoca sono davvero tanti giri!!!

Anche Fiat aveva dei motori autocarro che faceva filare a 3000 e 3200 giri min (c40, 645/650/662) e a 3500 (625n), diciamo che fosse l'unico modo per tirare fuori qualche cavallo in più con gli aspirati, che rimanendo sui 1800/2000 giri, più di 15-20 cv litro, mica saltano fuori; la sovralimentazione a turbina cominciava a fare capolino, ma era "troppo" novità e perciò molto sospetta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
è già davvero tanti giri!! pensa che tutt'ora la tecnologia da corsa audi tdi con una cilindrata di 3700cc a più di 8000 giri sviluppa 570cv!! 8000 giri per un diesel sono tantissimi!! :AAAAH:

 

O.T. Guarda il grafico in basso a sinistra, al max sfiora i 5000 ma dove li vedi gli oltre 8000 rpm del TDI??Di cavalli ne fa circa 520...

Fine O.T.

Share this post


Link to post
Share on other sites

mah del video non posso darti torto, ma durante la diretta di l'anno scorso su sky della 24h di le mans i commentatori hanno detto che in fondo al lungo rettilineo arrivavano a quasi 8000 rpm e la potenza sviluppata era dai 550 ai 570 in base al tipo di mappatura se da gara o qualifica!!

ora l'audi di quest'anno ovvero quella menzionata da te nel video ha 510cv che però non è totalmente diesel ma bensì ibrida!!

comunque anche con questo motore diesel così spinto non stavano dietro alle peugeot a benzina, sopratutto in accelerazione!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

cosa si fossero fumati i commentatori, non ne ho idea....comunque:

-ecco il video con la telemetria di LeMans 2011

il motore 2012 è quasi lo stesso, quasi perchè è stato alleggerito per cercare di compensare il peso in più dell'ibrido

 

-ecco l'ultima Peugeot che ha corso la 24ore con un motore alimentato a benzina

Peugeot 905 Evo 1 Bis - High Resolution Image (2 of 12)

 

se cerchi nel web, trovi un sacco di notizie a riguardo O0

 

Per quanto riguarda l'argomento di discussione, qualcuno sa di utilizzi oltre al campo ferroviario dei motori "deltic"?

sentite un pò che rumorino....

Share this post


Link to post
Share on other sites

bah hai ragione, infatti mi sembrava strano.. è troppo impegnativo per il motore reggere quei giri!!

che comunque anche 5000 rpm sono tanti..

In un propulsore AS (benzina) il rapporto di compressione è inferiore a 12:1 per evitare l'accensione spontanea e irregolare del carburante. In un motore AC (diesel) il rapporto di compressione arriva anche 23:1!! :2funny: e li ci sono delle forze newton mica da ridere!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Complimenti mala hai messo di quei video spettacolari!

Impressionante il sound di quella locomotiva, ha un minimo quasi "inquietante":AAAAH:

D'altronde ha un motorino da 9 cilindri e 1100 cavalli...

 

I motori deltic sono motori a pistoni contrapposti, senza valvole.

Napier Deltic - Wikipedia, the free encyclopedia

British Rail Class 23 - Wikipedia, the free encyclopedia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Della Napier so che costruiva anche i "Nomad" 2 tempi turbocompound, per uso aeronautico; comunque i Deltic, con quei cilindri contrapposti e disposizione triangolare, penso fossero di una complessità inaudita, rispetto ai 12 cil 4 tempi sovralimentari che certi sostruttori "più savi" mettevano nei loro locomotori.

Riguardo i giri motore, i piccoli precamera automobilistici di 30 anni fa arrivavano tranquillamente a 5000 giri di taratura, e nelle prove di durata si facevano delle sessioni da 6000 giri, però oltre i 5000 il rendimento fa a farsi friggere e non conviene andare oltre; sta di fatto che con la sovralimentazione più nessuno sale così in alto, ma rimangono prudenzialmente sui 4000.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Curiosità motoristiche: la BMW commercializzava i propri motori a benzina nell’allestimento marino, inoltre offriva anche propulsori ciclo diesel, tuttavia non erano di produzione propria, ma forniti dalla VM di Cento e dalla Renault (i mono e bicilindrici).

 

t171633_bmw-marino-b.jpg

 

t171635_bmw-marino-a.jpg

Edited by Tiziano

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pubblicità Franco Tosi, quelli utilizzati nelle grosse idrovore e non solo

Tratta da una rivista ferroviaria del 1947

 

20121010134990503187980.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se volete rimotorizzre il decespugliatore……, si tratta della versione marina del V8 da 17 litri Fiat-iveco montato sugli autocarri Turbostar 42/48 e 52 Eurostar (spero di non sbagliarmi) la versione aspirata debuttò con 330 cv a 2400 giri minuto sul Fiat 170.33 (metà anni 70) e poi diventato 190.35 (1978).

 

Di questo motore esiste anche la versione a 6 cilindri e 12 cilindri.

 

 

I motori marini destinati all’impiego da diporto o servizio commerciale leggero potevano avere livelli di potenza molto alti in virtù di un uso temporale limitato delle proprie possibilità, mentre quelli destinati ad usi gravosi come la pesca a strascico avevano livelli di taratura molto più bassi, simili a quelli industriali o agricoli, ovvero per servizio continuo (regime e carico costante).

I livelli di taratura della potenza ancor più contenuta erano registrati per il servizio ferroviario, che dovevano superare le prove UIC (regime nominale più sovraccarico del 10%).

Il logo AIFO è l’acronimo di Applicazioni Industriali Fiat Om, che si incaricava di approntare le versioni dei vari motori richieste dal mercato, cioè con tutti gli accessori adatti all’applicazione sulla macchina utilizzatrice (vòlani, campane di unione, impianto elettrico, radiatori, scaldiglie, coppe olio per pendenze varie, ecc ecc).

 

20121028135145348111014.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

6 cilindri a V che era molto diffuso sugli autobus suburbani ed extraurbani iveco.

Dubito che qualcuno non abbia mai udito il loro frastuono:ave:

Il V8 cummins è parente di questo?

Edited by Twin Spark

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dubito che qualcuno non abbia mai udito il loro frastuono:ave:

Sì, era montato principalmente sugli autobus 370 da 10 m e anche sulle mietitrebbie Laverda MX240, quelle col battitore disposto anteriormente.

La sonorità di un V6, a mio avviso, è molto meglio del V8, ma molto dipende dall’angolo di manovella e delle bancate.

Se permettete un giudizio acidulo, escludo i due tempi General Motors, inascoltabili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcosa tratto da rivista S.A.E. journal del 1931.

 

20130118135846416145921.JPG

 

20130118135846425149649.JPG

 

20130118135846435104464.JPG

 

20130118135846452119759.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lombardini / Intermotor LA 490; esiste anche la versione a petrolio / kerosene e una di maggior cilindrata.

 

20130130135958464141490.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un piccolo depliant riguardo la produzione di motori diesel Lombardini (quelli benz/petrol erano marchiati Intermotor) risalente al settembre 1975.

 

 

20130503136761493808851.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Motori Perkins, articolo pescato non so più dove né l’epoca, tuttavia siamo fine anni 70 o giù di lì.

 

 

20130911137892823175256.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Motori Perkins, articolo pescato non so più dove né l’epoca, tuttavia siamo fine anni 70 o giù di lì.

 

 

20130911137892823175256.jpg

 

visto su trincia a 3 file FOX

Share this post


Link to post
Share on other sites

Metà anni 70, debutto 1978, SOFIM, ovvero “SOcietà Franco Italiana Motori” composta da Fiat, Alfa Romeo e Saviem (Renault); alcuni trambusti societari ridussero praticamente tutto alla Fiat.

Tutti ad iniezione indiretta e doppio basamento (batì), il più conosciuto è lo 8140 montato su una infinità di autocarri Iveco Daily (c’era anche l’omologo OM Grinta), auto Fiat 131d,132d, Argenta d; furgoni Renault Master, trattori Goldoni e molte motoagricole; c’era anche la versione ridotta a 1995 per l’allora mercato auto con iva sotto al 35% (poi spostata agli oltre 2500cc).

Il 3 cilindri da 1800 cc era adottato su alcuni carrelli elevatori OM, mentre il 6 cilindri penso non fu mai proposto.

Del 4 cil 2,5 l seguirono le versioni sovralimentate da 90 cv; ulteriori versioni furono quelle specifiche per le “trazioni anteriori” Croma e Thema con 100 e poi 116 cv.

Molto diffusi gli iniezione diretta, aspirati, turbo e turbo intercooler per i Daily.

 

 

 

 

20131228138826782365544.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...