Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

Con l'attivazione sempre maggiore di impianti a biogas (ricordo che ogni impianto da 1 mw comporta lo smaltimenti di circa 200.000 q.li di digestato all'anno soprattutto se non ci sono separatori o altri sistemi per la riduzione), tanto da arrivare alla "pazzia" di dover sarchiare il mais con uno xerion pur di distribuire il digestato perchè le vasche non sono sufficienti per il periodo della coltura in campo....

 

Documenti e prove interessanti:

 

http://www.arpa.emr.it/cms3/documenti/_cerca_doc/fc/Art_Spandimento%20liquamiCRPA.pdf

 

http://www.master-bioenergia.org/wp-content/uploads/9_Landorno.pdf

 

http://www.ermesagricoltura.it/var/portale_agricoltura/storage/file/ra010643_1244543445.pdf

 

http://www.crpa.it/media/documents/crpa_www/Progetti/Seq-Cure/Task3_prove_distrib.pdf

 

Le vostre esperienze? Cosa usate? Costo stimato di spargimento ad ettaro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma secondo te è normale che qua ora vogliono seminare mais su sodo di mais e ci entrano a spargere il digestato con un jd 7000 o 8000 della serie 20 che non ricordo mai, con una botte bossini da tre assi nel molle quando si dovrebbero lasciare pochissime impronte se si vuole seminare su sodo?

so solo che per fare un campo da 1 km arriva in fondo una volta e poi è già scarico.. c'è anche un video.. ma è vecchio..

ora non lo fanno più loro il servizio..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Martedì 19 il sottoscritto, puntoluce e mapomac eravamo in Terratech per assistere alla presentazione del nuovo servizio che da quest'anno offre la cooperativa per le aziende agricole che hanno biodigestori. Pensate che a Ravenna entro pochi mesi saranno attivi ben 26 impianti da 1 MW!

 

Ecco la IBIS 6500 HiCropGator

 

20130321136390331188327.jpg20130321136390332114531.jpg20130321136390332153811.jpg20130321136390333824330.jpg20130321136390333896967.jpg

 

La macchina non è ancora allestita, e anche dietro non avrà quell'interratore a 8 file, ma sarà un 6 file a 70 cm, inoltre quelle gomme non sono le definitive.

 

Riassumo le principali caratteristiche tecniche:

 

  • Ridotta pressione al suolo
  • Capacità del serbatoio digestato (7mc)
  • Sterzo sulle 4 ruote: Elevata agilità nelle manovre di fine campo
  • Elevata precisione nella conduzione interfilare
  • Variazione carreggiate assistita
  • Pneumatici interfilari …………..320/90R54
  • Pneumatici di larga sezione…650/65R38
  • Possibilità di avanzamento a granchio
  • Elevata luce libera (145 cm)
  • Impianto di pompaggio da 2 mc/min (effettivi)
  • Autoguida satellitare RTK
  • Telecamera posteriore

 

IPOTESI DI OPERATIVITA’ DEL CANTIERE: DISTRIBUZIONE DI COPERTURA SU MAIS INTERFILA CM 70-75

*

  • Volume distribuito: 20-25 mc/ha
  • U.F./ha distribuite: 80/100 kg N + 14 Kg P + 60 Kg K = > 160/ha
  • Larghezza di lavoro su 6 file: 4,2 mt a 70 – 4,5 mt a 75
  • Autonomia di lavoro serbatoio 7 mc: da 500 a 600 metri lineari
  • Velocità ipotizzata di lavoro: 10 km/h
  • Tempo previsto per un ciclo di carico/scarico: 15 minuti
  • Produttività prevista in volume: 25-30 mc/ora, 240-300 mc/giorno
  • Superficie trattata: 12-15 ha/gg

 

Macchina che può dare il massimo nella distribuzione interfilare del digestato su tutte le colture sarchiate, e in 2 tempi, ad esempio sul mais a sarchiatura, e poi con mais alto circa 1,5 metri utilizzando le calate, oppure su girasole, bietole da seme ecc. In questi casi penso che il cantiere sia migliore rispetto a un gator o allo xerion grazie a una minore larghezza delle gomme che riduce il problema di calpestamento in testata.

 

Certamente questo cantiere ha una produttività minore rispetto al gator o allo xerion se usato in campo aperto ad esempio per distribuire il digestato sulle stoppie, dove il serbatoio da 15 mc invece che 7 mc fa la differenza.

 

L'interesse alla riunione era molto da parte dei proprietari degli impianti, vedremo tra 2-3 mesi come si comporterà il cantiere.

 

Da sottolineare che è il primo cantiere di questo tipo penso al Mondo, complimenti al coraggio della cooperativa di investire in questa innovazione!

Modificato da DjRudy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottima soluzione, grande stima per Terratech e tutto il loro impegno !!

 

tornando al cantiere e i suoi conti... Voglio ipotizzare che lavori nel raggio di 5-7km dall'impianto, dovrà essere servito da 2 botti da 14/15mc , che riforniranno IBIS alle testate del terreno.

Facendo una stima dei consumi, leggo nella scheda tecnica che monta un Perkins da 225cv..(http://www.mazzotti.it/uploads/tx_interasimplecatalog/SCHEDA_TECNICA_IBIS_6500_P-MAX_2011.pdf)

Direi che 150 litri al giorno li berrebbe..??

aggiungo altrettanto gasolio per ogni trattore+botte... Totale 450lt / giornata

aggiungo il costo di 3 operatori e siamo a circa 700€ di Costi Vivi

nella rosea ipotesi che si passino 15 ettari ho 47€/ha a cui aggiungere ammortamenti e usure....

Mi auguro che lo sforzo innovativo venga ricompensato a dovere, non è certo un lavoro da fare a buon mercato in quanto molto particolare...

 

Buona giornata:fiufiu:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Noi tra letame e liquame con 1000 vacche e biogas da 460kw/h ne abbiamo parecchio....diciamo il cantiere per i liquami é composto da john deere 6620 e botte bossini 200q e di inverno quando ghiaccia andiamo e pure in questo periodo,ma soprattutto usiamo una turbina fissa che con una serie di tubi componibili facciamo arrivare a tutte le campagne della zona...per i letami solidi invece durante tutto l'inverno viaggiamo con due carri da 140q e li portiamo in tutte le piazzole dedicate o in cappezzagna e poi lo spargiamo con 1 franzosi 160q 1 supertino 140q e 2 carri da circa 80qli....il prezzo orario per il liquami in particolare per la turbina fissa é molto basso solo il gasolio consumato dal trattore attaccato in pto e comunque credo sia 3-4 volte piú veloce che

a botte!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tengo a precisare che la terratech non fará servizio con le botti, ma avrà una vasca di stoccaggio nella testata del campo in modo da che le botti del proprietario dell'impianto possano portare il prodotto senza fermarsi mai, e l'ibis in autonomia si carica il digestato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tengo a precisare che la terratech non fará servizio con le botti, ma avrà una vasca di stoccaggio nella testata del campo in modo da che le botti del proprietario dell'impianto possano portare il prodotto senza fermarsi mai, e l'ibis in autonomia si carica il digestato.

 

Questo migliora la resa generale del cantiere, lo facciamo anche noi trasportando con articolato da 30mc fino a bordo campo, svuota dentro la vasca e va via (la vasca la fa un dumper 3 assi parcheggiato, da dove la botte aspira il liquido senza mai uscire dal terreno...

Costo approssimativo dell' IBIS ? Senza attrezzi posteriori (sarchiatrice o calate) ....

visto il peso di 8ton si deve fare grande attenzione al terreno umido....

 

P.S. Con l'andatura a granchio riesce a scartare l'interfila del mais a 75cm?

terrebbe anche la sarchiatrice parallela o si trova obliqua?

Modificato da GI ant

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prezzo sui 130 + iva, niente andatura a granchio in sarchiatura.

 

Modificato da Toso
doppio messaggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Prezzo sui 130 + iva, niente andatura a granchio in sarchiatura.

 

Direi che questa cifra è a malapena sufficiente per il complesso macchina spoglio con gomme standard. Poi, ancor prima di pensare al distributore finale, occorre tener conto dei pneumatici di larga sezione, dell'impianto di pompaggio-aspirazione, della proboscide di aspirazione ecc... purtroppo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Direi che questa cifra è a malapena sufficiente per il complesso macchina spoglio con gomme standard. Poi, ancor prima di pensare al distributore finale, occorre tener conto dei pneumatici di larga sezione, dell'impianto di pompaggio-aspirazione, della proboscide di aspirazione ecc... purtroppo.

 

:AAAAH:cioè???? 130 solo per telaio ruote motore cabina????:eek:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dj il sarchio che si vede è dell'agrisfera e andra montato dietro al terragator

Modificato da luc386

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dj il sarchio che si vede è dell'agrisfera e andra montato dietro al terragator

 

si era lì gentilmente prestato da agrisfera giusto per far vedere la composizione del cantiere. quello terratech sarà sempre maag ma a 6 file

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quindi ci sarà anche un Terragator all'opera con gomme strette in sarchiatura interfilare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel primo post avevo scritto che era solo in esposizione l'interratore. Si agrisfera è un'altra cooperativa che ha il suo biogas e da un anno ha il gator, e quest'anno sarà anche in versione interfilare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

qui nella mia zona un terzista si è attrezzato così.....perlopiù per le aziende di biogas che devono spandere il digestato nel triticale

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
si era lì gentilmente prestato da agrisfera giusto per far vedere la composizione del cantiere. quello terratech sarà sempre maag ma a 6 file

esattamente O0

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma l'ibis faceva gia parte del parco macchine terratech o è stato acquistato per questa mansione?chiedo questo perchè lo xerion costa si molto di piu ma potendolo usare come trattore tradizionale da aratura, erpicatura ecc ci puoi fare molte piu ore all'anno ,è stato preso in esame l'acquisto di quest'ultimo?E se si come mai è stato accantonato?ps:il sito terratech è stato chiuso?non riesco piu a trovarlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ma l'ibis faceva gia parte del parco macchine terratech o è stato acquistato per questa mansione?chiedo questo perchè lo xerion costa si molto di piu ma potendolo usare come trattore tradizionale da aratura, erpicatura ecc ci puoi fare molte piu ore all'anno ,è stato preso in esame l'acquisto di quest'ultimo?E se si come mai è stato accantonato?ps:il sito terratech è stato chiuso?non riesco piu a trovarlo

 

Andrea Terratech ha fatto tutte le valutazioni dei cantieri proposti in Italia, carribotte, Xerion e Gator. Il risultato di tutto è stato questo cantiere.

Giustamente come dici Xerion è un porta attrezzi e quindi lo si può adottare come trattore tradizionale, però essendo il servizio di Terratech un servizio per risolvere un particolare periodo, Xerion oltre ad aver poca luce da terra (Ibis può entrare con mais a 120cm con barra a calate Vogelslang), inoltre il suo peso elevato e la poca portanza dei terreni ravennati non permette uno sviluppo ottimale delle operazioni colturali con un cantiere da 160qli di tara + 15mc di digestato diventerebbe un gioco al massacro.

Quindi avendo l'opportunità di entrare con un cantiere,sicuramente come capienza inferiore ad altri, leggero in una fase colturale molto delicata stendendo del digestato, sicuramente con un pneumatico con raggio da 2,25(mi par di ricordare) ed il peso complessivo intorno ai 160qli portano questo cantiere equivalente ad un passaggio con Irroratrice Ibis già in utilizzo da noi.Infatti la pressione esercitata al suolo è paragonabile al passaggio di un irroratrice convenzionale.

A mio modesto parere è un ottima soluzione per realtà italiane, infatti non si è adattato un prodotto per stendere i reflui già esistente....ma si è cercato di pensare alla realizzazione exnovo di un prodotto adatto alle esigenze italiane.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

complimenti per il prototipo...molto interessante..questi sono cantieri che devono essere alimentati in continuo anche se come capacita' questo e' piu' ridotto di un terragator...mi e' stato detto che all' agrisphera fanno i turni giorno e notte..voi come vi organizzerete..???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Andrea Terratech ha fatto tutte le valutazioni dei cantieri proposti in Italia, carribotte, Xerion e Gator. Il risultato di tutto è stato questo cantiere.

Giustamente come dici Xerion è un porta attrezzi e quindi lo si può adottare come trattore tradizionale, però essendo il servizio di Terratech un servizio per risolvere un particolare periodo, Xerion oltre ad aver poca luce da terra (Ibis può entrare con mais a 120cm con barra a calate Vogelslang), inoltre il suo peso elevato e la poca portanza dei terreni ravennati non permette uno sviluppo ottimale delle operazioni colturali con un cantiere da 160qli di tara + 15mc di digestato diventerebbe un gioco al massacro.

Quindi avendo l'opportunità di entrare con un cantiere,sicuramente come capienza inferiore ad altri, leggero in una fase colturale molto delicata stendendo del digestato, sicuramente con un pneumatico con raggio da 2,25(mi par di ricordare) ed il peso complessivo intorno ai 160qli portano questo cantiere equivalente ad un passaggio con Irroratrice Ibis già in utilizzo da noi.Infatti la pressione esercitata al suolo è paragonabile al passaggio di un irroratrice convenzionale.

A mio modesto parere è un ottima soluzione per realtà italiane, infatti non si è adattato un prodotto per stendere i reflui già esistente....ma si è cercato di pensare alla realizzazione exnovo di un prodotto adatto alle esigenze italiane.

A mio modesto parere se non vi serviva un altro over 300 nel vostro parco macchine avete fatto la scelta migliore possibile anche perchè come dici anche te lo xerion non lo vedo molto bene per le lavorazioni interfilari causa elevat calpestamento a pieno carico( facendo riferimento ai terreni che ci sono qui da me) infatti il terzista che conosco che l'ha acquistato non fara interfile proprio per il motivo da te accennato, come dagli torto?

Anche i Sardo avevano pensato di allestire l'ibis in questo modo ma avendo qui da me campi molto grandi erano scettici sulla bassa capacita' del serbatoio per il digestato?In terratech come farete fronte a questo problema?metterete un cassone di rifornimento su ogni testata o il problema non sussiste perchè avete a che fare con appezzamenti non molto lunghi damettere in crisi il rifornimento?

Modificato da ale76

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Visitatore
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovi formattazione

  Sono ammessi al massimo solo 75 emoticon.

×   Il tuo link è stato automaticamente aggiunto.   Mostrare solo il link di collegamento?

×   Il tuo precedente contenuto è stato ripristinato.   Pulisci l'editor

×   Non è possibile incollare direttamente le immagini. Caricare o inserire immagini da URL.


×