Jump to content

Recommended Posts

2 ore fa, AleJohnDeere ha scritto:

42.000 per una 4 file?

 

quello è il listino poi ce lo sconto, ma lemken non pensare faccia il 30 o il 40

se vai a comprare una qualsiasi seminatrice elettrica, con seme sparato, con elemento da sodo e possibilità di lavorare a determinate velocità non pensare di spendere meno...

costa come una maschio 6 file mtr isotronic e piu o meno la produttività giornaliera è la stessa perche maschio vai piu piano hai piu pause per rifornire seme e micro

Link to post
Share on other sites
  • Replies 5.5k
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

si si,magari danno 3 colpi di estirpatore da 2 mt col 640 davanti,2 di rotante da 2,20 mt col 780 e seminano con la seminatrice del 1960 col 450 con sopra 2 sacchi di urea x zavorrarla, e ogni 10 mt v

A breve arriverà questa, va in pensione la vecchia PNU, dopo 30 anni di servizio. E vedremo se questa sarà all’altezza della precedente.

dopo averla provata lo scorso anno purtroppo solo a casa di un cliente, quest'anno abbiamo preso una azurit 10, per ora si sta comportando discretamente, tra i pregi la spaziatura tra i semi e di cons

Posted Images

1 ora fa, stikkio ha scritto:

quello è il listino poi ce lo sconto, ma lemken non pensare faccia il 30 o il 40

se vai a comprare una qualsiasi seminatrice elettrica, con seme sparato, con elemento da sodo e possibilità di lavorare a determinate velocità non pensare di spendere meno...

costa come una maschio 6 file mtr isotronic e piu o meno la produttività giornaliera è la stessa perche maschio vai piu piano hai piu pause per rifornire seme e micro

Preciso che non ho la minima idea di quanto possa costare una seminatrice monogerme, però non pensavo così tanto

Che differenza c'è tra (gaspardo) una sp e una mtr a parità di allestimento? (4 file con micro e spandiconcime)

Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Nick670H ha scritto:

Ciao, io ce l'ho uguale a parte i serbatoi in plastica anziché ferro come questa. Presa usata da ex terzista.
Semino per sfizio 10 ettari/anno tra mais, e soia (fatto anche bietole qualche anno fa).
Ha 5 distanze di semina selezionabili in 5 secondi con la leva/e apposita/e. Se sei un tipo esigente però sulle distanze allora devi cambiare ingranaggi ruota - cambio. E l'operazione non è per niente agevole a causa dei carter da togliere e gli spazi stretti su cui lavorare.
E sarà comunque un'operazione da fare ogni volta che cambi da mais (o bietole) a soia e viceversa.
Comunque se usi sempre gli elementi nella stessa posizione, cambiare dischi e spostare ingranaggi serve un'oretta. Se devi anche spostare qualche elemento (senza toglierli) anche 1 ora e mezza. Nulla di complicato, anzi, solo un po' di pazienza e pratica. Si fa in una persona.
La macchina pesa sui 6 quintali vuota. La precisione di semina è buona, non eccelsa rispetto alle blasonatissime altre marche. Giusto per darti un'idea, mais seminato a 6.5km/h su terreno "biliardo" e affinato perfettamente, con spaziatura 16cm teorici, poi te lo ritrovi in realtà a 15 - 16 - 18 - 15 - 15 - 16 - 20... Però alla fine l'investimento medio di piante su mq è corretto. (Diciamo che una seminatrice con seme a caduta alta non semina con precisione maggiore)
Bietole: vedi precisione mais.
Soia... va giù, si interra e nasce. Meglio se con una pioggia non battente.
Precisione sulla profondità di semina accettabile, ma l'emergenza poi non è mai omogenea. Però dipende anche dai terreni. C'è la possibilità di rendere più aggressivo l'elemento a terra attraverso molla di carico sul parallelogramma di ogni elemento.
Spandiconcime (distribuzione in solco) preciso e semplice da calibrare attraverso i vari ingranaggi di facile sostituzione su lato dx.
Microgranulatore: unico difetto è che non si riesce ad arrivare a distribuire i 20kg/ha di concime (considera 16 - 17kg/ha), anche cambiando ingranaggi. Per geodisinfestanti invece non ci sono problemi con le quantità.
Regolazione profondità semplice, anche se il sistema che hanno introdotto nei modelli successivi mi piace molto di più. Ha meno giochi secondo me.
Regolazione selettore semi pratica e chiara.
Caccia zolle anteriore alla ruota davanti del bilanciere molto semplice, ma efficacie in caso di bisogno. (Ma se non ci sono zolle è meglio).
Tracciafile è la prima cosa che ho rifatto perché il sistema "idraulico" originale di fabbrica non potevo compatirlo, per quanto semplice.

Difetto veramente importante: ci sono certi ingrassatori impossibili da raggiungere nel parallelogramma che aggancia gli elementi al telaio.
Pregio impagabile: l'assistenza tecnica di Agricola Italiana. Gentili, preparati e disponibili.

Riguardo i soldi, dipende dall'usura. Ho visto l'annuncio e i soldi chiesti mi sembrano tanti, anche se ha un bel set di dischi che non te li regalano se vai a prenderli nuovi.

Se la compri secondo me non la vendi più. Fosse una Gaspardo magari qualcuno lo trovi. Poi è anche vero che se la compri e va bene, che sia Gaspardo o altro... Se piove nasce uguale. Almeno questa è la mia esperienza.
Tuttavia se ne trovi una a dischi, per la quale spenderai di più certamente, se ti piace seminare io un pensierino ce lo farei.
Coi falcioni vai semini, semini anche sul semilavorato volendo (già provato), ma coi dischi hai meno compromessi da accettare. Non c'è storia.

Spero di esserti stato utile.
 

intanto grazie! recensione da manuale!

per il prezzo penso anche io che sia eccessivo... almeno un millino secondo me lo deve togliere anche se sembra tenuta bene

penso che per le mie esigenze potrebbe andare bene soprattutto per la dotazione di dischi, anche perchè anche se con macchine più moderne i terzisti che ho avuto non sono tanto più precisi🙄

si riesce a mettere con 6 elementi a 50cm

Link to post
Share on other sites
intanto grazie! recensione da manuale!
per il prezzo penso anche io che sia eccessivo... almeno un millino secondo me lo deve togliere anche se sembra tenuta bene
penso che per le mie esigenze potrebbe andare bene soprattutto per la dotazione di dischi, anche perchè anche se con macchine più moderne i terzisti che ho avuto non sono tanto più precisi
si riesce a mettere con 6 elementi a 50cm
Ciao, anch'io ne ho modificata una lo scorso anno, è molto simile ma credo fosse il modello precedente xké ha accorgimenti differenti. Aveva sempre seminato soia e bietole, io l'ho trasformata a mais e tenuto solo 4 elementi a 75cm. Non va male, il mais nasce ma ovviamente essendo a falcioni devi avere un letto di semina il più fine possibile, e non correre troppo. La doppia ruota col bilanciere aiuta molto per uniformare la profondità anche se si hanno terreni con impasti diversi tipo i miei. Era di mio zio, l'ho pagata mille euro ma diciamo che era un prezzo di favore. Cmq per la mia realtà va più che bene, semino dai 15 ai 20 ettari di mais l'anno e praticamente in 2 campagne ho ammortizzato la spesa

Inviato dal mio M2007J17G utilizzando Tapatalk



  • Like 1
Link to post
Share on other sites
7 ore fa, paolocappo ha scritto:

si riesce a mettere con 6 elementi a 50cm

uhm... bella domanda. Praticamente si tratterebbe di spostare gli elementi esterni di 12,5 cm per parte. Dopo la misuro e te lo dico. In ogni caso, male che vada ci puoi saldare un pezzo di tubo e allunghi in qualche modo il telaio. Tra l'altro il telaio ha un portante cilindrico, vai bene anche a farci un "innesto" per allungarlo.

Anche secondo me un millino in meno potrebbe essere più azzeccato come prezzo.

Edited by Nick670H
  • Like 1
Link to post
Share on other sites
13 ore fa, paolocappo ha scritto:

si riesce a mettere con 6 elementi a 50cm

 

Se è uguale alla mia, per fare 6x50 mancherebbero 5cm di telaio per parte... E sto pensando adesso che non so se l'albero di trasmissione sia sufficientemente lungo. Forse ce la fai a pelo. Poi se diventa 49 invece di 50 non credo sarà un dramma... 😅

Link to post
Share on other sites

Finita la campagna 2022 con optima v. Macchina molto stabile in tutte le condizioni ma non precisa sulla fila come la precedente sfoggia, anche se la velocità di lavoro è passata da 7km/h a 9 km/h. Pensavo che utizzando il disco 40x5 contro il precedente 26x4.75 il problemino non si verificasse, anzi....

Inviato dal mio MAR-LX1A utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Il quinconce ha senso solo con interfila 45-50cm, di conseguenza aumentando la distanza tra seme e seme migliora anche la precisione. Comunque come precisione siamo a livello di Gaspardo.

Inviato dal mio MAR-LX1A utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Nick670H ha scritto:

 

Se è uguale alla mia, per fare 6x50 mancherebbero 5cm di telaio per parte... E sto pensando adesso che non so se l'albero di trasmissione sia sufficientemente lungo. Forse ce la fai a pelo. Poi se diventa 49 invece di 50 non credo sarà un dramma... 😅

ah quello no tanto la sarchiatura la faccio io e avendo gomme 9.5 su tutti i mezzi impiegati il margine è buono comunque per tutte le lavorazioni

Link to post
Share on other sites

Tre tipi di gommatura in campo...



Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Comunque monosem nei materiali di usura è scaduta tantissimo. Io avevo le ng plus anni fa e praticamente non sapevo di averle. Il terzista ne ha presa una 6 file tre anni fa ed è letteralmente impazzito. Boccole, cuscinetti, bulloni, proprio acciai scadenti. Un disastro. Tra l'altro la precisione su distanze piccole è una schifezza 

Link to post
Share on other sites
2 hours ago, Cri78 said:

Comunque monosem nei materiali di usura è scaduta tantissimo. Io avevo le ng plus anni fa e praticamente non sapevo di averle. Il terzista ne ha presa una 6 file tre anni fa ed è letteralmente impazzito. Boccole, cuscinetti, bulloni, proprio acciai scadenti. Un disastro. Tra l'altro la precisione su distanze piccole è una schifezza 

Ringrazia John Deer che ha comprato la ditta nel Nov 2015.😇

Link to post
Share on other sites

Io devo prendere una seminatrice. Sto pensando seriamente a kuhn: monosem mi ha profondamente deluso. Ma tanto 

Gaspardo l'aveva prima della kuhn il suddetto terzista e non mi è piaciuta tanto, problemi con quei cazzo di cardanini che ogni tanto si rompevano gli spinotti delle crociere 

Ma comunque molto meglio di monosem come usura materiali e come precisione sulla fila 

Link to post
Share on other sites

Penso che una seminatrice se ben regolata e con l’andatura giusta semini bene sulla interfila.

Mi sembra strano che monosem non sia precisa

Poi se dici che le usure ed i prezzi dei ricambi sono alti quello è un altro conto.

Link to post
Share on other sites

Io quest’anno ho preso una NG3plus, a fianco c’è il vicino che semina con una Gaspardo Monica interfila variabile e come precisione non c’è paragone, la mia è una spanna sopra.
Con gli elementi a disco, la regolazione del selettore e depressione fa una differenza abissale, in base alla dimensione del seme.

Link to post
Share on other sites

Con una telescopica 7 file kuhn maxima oppure matermacc quanti cv e che peso ci vuole il trattore ?

Tra kuhn e matermacc ci sarà tanta differenza di peso ? 

Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, Cri78 ha scritto:

Con una telescopica 7 file kuhn maxima oppure matermacc quanti cv e che peso ci vuole il trattore ?

Tra kuhn e matermacc ci sarà tanta differenza di peso ? 

Io ho una kuhn maxima del 2004 6 file telescopica ma con le ruote tra gli elementi (non posso fare 45/50 di interfila), non è a doppio telaio. A dischi ovviamente, con disco di pre-taglio e stellari, più il premiseme, senza cassone del concime e sta sui 17 qli. La porto con un jd 6220 2 rm con 4 qli di zavorra davanti. 

Lo stesso peso mi sembra di averlo letto sulla targhetta della maxima 3 nuova con doppio telaio (ruote davanti) 6 file, non ricordo che accessori aveva, ma senza spandiconcime. Questa è un pelo più lunga, a pari peso sarà leggermente più impegnativa.

Gran macchina comunque, anche se ce l'ho solo da un anno 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Cava90 ha scritto:

Io ho una kuhn maxima del 2004 6 file telescopica ma con le ruote tra gli elementi (non posso fare 45/50 di interfila), non è a doppio telaio. A dischi ovviamente, con disco di pre-taglio e stellari, più il premiseme, senza cassone del concime e sta sui 17 qli. La porto con un jd 6220 2 rm con 4 qli di zavorra davanti. 

Lo stesso peso mi sembra di averlo letto sulla targhetta della maxima 3 nuova con doppio telaio (ruote davanti) 6 file, non ricordo che accessori aveva, ma senza spandiconcime. Questa è un pelo più lunga, a pari peso sarà leggermente più impegnativa.

Gran macchina comunque, anche se ce l'ho solo da un anno 

Ah, 17 qli vuota... 

Link to post
Share on other sites
4 ore fa, valtra ha scritto:

E senza spandiconcime.....

Esatto. Non sono al corrente della concorrenza, ma è comunque un bel peso da portare. 

Però pensavo di fare più danni in testata, e invece... 

44 qli di trattore gommato 420 85 38 + 17 di seminatrice. E pensare che fino ad un anno fa seminavo con un Fiat 640 2rm con una gaspardo 6 file a falcioni che arriva forse a 7 qli 

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Buongiorno signori miei, torno a farmi sentire nel forum dopo un bel pò anche se sono sempre presente come "lettore". Il post sarà un pò lungo quindi ringrazio sin da subito chi si prenderà la briga di leggerselo tutto.

Topic: Sono in crisi totale per l'acquisto di una seminatrice di precisione e volevo sentire i pareri di qualche collega più "sgamato".

Premesse: Vanno fatte alcune doverose premesse. La nostra azienda oltre a coltivare terreni di proprietà effettua anche un po' di lavorazioni c.t. per alcuni piccole realtà locali come attività connessa. Per quanto riguarda le colture di mais e soia, seminiamo circa 150ha/cadauna/anno tra primi e secondi raccolti. Non facciamo girasole né semi minuti da più di qualche anno ma non ne escludo l'imminente ritorno (colza più che bietole).

Parco macchine attuale: Ad oggi in azienda utilizziamo tre seminatrici di precisione, tutte sfruttate al di sotto del loro reale potenziale produttivo. In ordine:

  • Gaspardo MT 4 file, è la nostra macchina di soccorso, sempre pronta in caso di emergenza, utilizzata per lo più presso piccoli appezzamenti, dotata di spandiconcime e micro e con impianto diserbo al bisogno; 
  • Agricola Italiana PK2D 6 file (fissa a 45) solo micro e con impianto diserbo al bisogno, utilizzata oggi per semine di soia di primo e secondo raccolto;  
  • Gaspardo Magica Isotronic 8 file telescopica con spandiconcime e micro, ad oggi viene utilizzata per la sola semina del mais sulla grande maggioranza dei terreni.

Mentre l'MT è in azienda ormai da parecchi anni e si è strapagata, l'Agricola Italiana è una ex-prove che abbiamo in azienda da un paio d'anni (ci dissero che aveva seminato poca terra, probabilmente non sono stati troppo corretti ma stendiamo un velo pietoso su questa questione) mentre la Magica Isotronic l'abbiamo acquistata nuova tre anni fa.
Ognuna di queste seminatrici è poi abbinata a trattori differenti, rispettivamente: New Holland L65, New Holland T4050 e Massey Ferguson 5712S.

Il problema: come sarà già chiaro dalle premesse abbiamo troppe seminatrici con troppi trattori per il lavoro che dobbiamo fare. La Magica era stata acquistata per poter coprire tutto l'ettarato lavorato con una macchina ma presenta alcune criticità: 

  1. peso: a macchina scarica di concime il 5712 non ha problemi, a tramoggia piena è assolutamente opportuno montare la zavorratura anteriore (650 o 850Kg). 
  2. difficoltà con la semina su sodo: a macchina ha i vomerini, diventerebbe più impegnativa al traino con i coltelli per fessurare il terreno, meno stabile e più soggetta a rotture
  3. macchina sulla quale risulta difficile anche l'installazione del diserbo
  4. per la trasformazione a soia presenta alcune criticità dirette ed altre connesse: va ridotto il telaio per essere utilizzata ad 8 file, accorciati i segnafile e va gemellato l'MF (penumatici che al momento non abbiamo in casa)

Va non da ultimo considerato che i clienti che abbiamo sono un pò "vecchio stampo" e quando ti vedono arrivare con un trattore da 45 qli e una seminatrice come la Magica chiamano un altro (non mi dilungo su questo).

Potenziale soluzione: Acquisto seminatrice 6/7 file (45/75cm) Amazone Precea Isobus con spandiconcime frontale FTender sfruttando un bando GAL (leggi PSR Veneto) attualmente attivo, che finanzierebbe il 40% ca. della spesa. La seminatrice sarebbe dotata di distribuzione seme, concime e micro elettrici e sistema di semina in pressione (vedi vaderstad). La macchina è telescopica, la regolazione dell’interfila è veloce e mi permetterebbe di fare mais a 75 (6 file) e soia a 50 (7 file). Il peso potrebbe essere meglio ripartito e più gestibile grazie alla tramoggia frontale (che scarica dovrebbe pesare quasi 7 qli). Infine potrei farci del sodo e contare su una certa sicurezza che trasmette il brand Amazone.

Ciò detto le criticità sono molte, escludendo il prezzo abominevole infatti permane il problema penumatici, il 5712S monta ad oggi 540 post e 440 ant quindi per la semina a 50 andrebbero sostituiti gemellandolo.
Va inoltre aggiunto che il trattore così com’è ha poco sterzo e già con 8 file dietro devo girarmi in retro per fare un’unica manovra in testata, con 6 file probabilmente mi troverei in difficoltà.
Se è vero inoltre che l’FTender mi permette di distribuire meglio i pesi, è un bell’ingrombro davanti e una volta caricato, rischio di portare troppo peso davanti rispetto al peso della seminatrice e di pestare di più con l’anteriore; probabilmente si presterebbe meglio ad una 8 file.
Infine dovrei prendere sarchio 6 file e avendo anche spannocchiatore a 8 file dovrei seminare 6+6+4 file di testata.

CRISI.

Insomma volevo capire se secondo voi il gioco vale la candela o se sto solo tentando di distruggermi ancora di più la vita.

Link to post
Share on other sites
Buongiorno signori miei, torno a farmi sentire nel forum dopo un bel pò anche se sono sempre presente come "lettore". Il post sarà un pò lungo quindi ringrazio sin da subito chi si prenderà la briga di leggerselo tutto.
Topic: Sono in crisi totale per l'acquisto di una seminatrice di precisione e volevo sentire i pareri di qualche collega più "sgamato".
Premesse: Vanno fatte alcune doverose premesse. La nostra azienda oltre a coltivare terreni di proprietà effettua anche un po' di lavorazioni c.t. per alcuni piccole realtà locali come attività connessa. Per quanto riguarda le colture di mais e soia, seminiamo circa 150ha/cadauna/anno tra primi e secondi raccolti. Non facciamo girasole né semi minuti da più di qualche anno ma non ne escludo l'imminente ritorno (colza più che bietole).
Parco macchine attuale: Ad oggi in azienda utilizziamo tre seminatrici di precisione, tutte sfruttate al di sotto del loro reale potenziale produttivo. In ordine:
  • Gaspardo MT 4 file, è la nostra macchina di soccorso, sempre pronta in caso di emergenza, utilizzata per lo più presso piccoli appezzamenti, dotata di spandiconcime e micro e con impianto diserbo al bisogno; 
  • Agricola Italiana PK2D 6 file (fissa a 45) solo micro e con impianto diserbo al bisogno, utilizzata oggi per semine di soia di primo e secondo raccolto;  
  • Gaspardo Magica Isotronic 8 file telescopica con spandiconcime e micro, ad oggi viene utilizzata per la sola semina del mais sulla grande maggioranza dei terreni.
Mentre l'MT è in azienda ormai da parecchi anni e si è strapagata, l'Agricola Italiana è una ex-prove che abbiamo in azienda da un paio d'anni (ci dissero che aveva seminato poca terra, probabilmente non sono stati troppo corretti ma stendiamo un velo pietoso su questa questione) mentre la Magica Isotronic l'abbiamo acquistata nuova tre anni fa.
Ognuna di queste seminatrici è poi abbinata a trattori differenti, rispettivamente: New Holland L65, New Holland T4050 e Massey Ferguson 5712S.
Il problema: come sarà già chiaro dalle premesse abbiamo troppe seminatrici con troppi trattori per il lavoro che dobbiamo fare. La Magica era stata acquistata per poter coprire tutto l'ettarato lavorato con una macchina ma presenta alcune criticità: 
  1. peso: a macchina scarica di concime il 5712 non ha problemi, a tramoggia piena è assolutamente opportuno montare la zavorratura anteriore (650 o 850Kg). 
  2. difficoltà con la semina su sodo: a macchina ha i vomerini, diventerebbe più impegnativa al traino con i coltelli per fessurare il terreno, meno stabile e più soggetta a rotture
  3. macchina sulla quale risulta difficile anche l'installazione del diserbo
  4. per la trasformazione a soia presenta alcune criticità dirette ed altre connesse: va ridotto il telaio per essere utilizzata ad 8 file, accorciati i segnafile e va gemellato l'MF (penumatici che al momento non abbiamo in casa)
Va non da ultimo considerato che i clienti che abbiamo sono un pò "vecchio stampo" e quando ti vedono arrivare con un trattore da 45 qli e una seminatrice come la Magica chiamano un altro (non mi dilungo su questo).
Potenziale soluzione: Acquisto seminatrice 6/7 file (45/75cm) Amazone Precea Isobus con spandiconcime frontale FTender sfruttando un bando GAL (leggi PSR Veneto) attualmente attivo, che finanzierebbe il 40% ca. della spesa. La seminatrice sarebbe dotata di distribuzione seme, concime e micro elettrici e sistema di semina in pressione (vedi vaderstad). La macchina è telescopica, la regolazione dell’interfila è veloce e mi permetterebbe di fare mais a 75 (6 file) e soia a 50 (7 file). Il peso potrebbe essere meglio ripartito e più gestibile grazie alla tramoggia frontale (che scarica dovrebbe pesare quasi 7 qli). Infine potrei farci del sodo e contare su una certa sicurezza che trasmette il brand Amazone.
Ciò detto le criticità sono molte, escludendo il prezzo abominevole infatti permane il problema penumatici, il 5712S monta ad oggi 540 post e 440 ant quindi per la semina a 50 andrebbero sostituiti gemellandolo.
Va inoltre aggiunto che il trattore così com’è ha poco sterzo e già con 8 file dietro devo girarmi in retro per fare un’unica manovra in testata, con 6 file probabilmente mi troverei in difficoltà.
Se è vero inoltre che l’FTender mi permette di distribuire meglio i pesi, è un bell’ingrombro davanti e una volta caricato, rischio di portare troppo peso davanti rispetto al peso della seminatrice e di pestare di più con l’anteriore; probabilmente si presterebbe meglio ad una 8 file.
Infine dovrei prendere sarchio 6 file e avendo anche spannocchiatore a 8 file dovrei seminare 6+6+4 file di testata.

CRISI.

Insomma volevo capire se secondo voi il gioco vale la candela o se sto solo tentando di distruggermi ancora di più la vita.
Purtroppo è un problema comune non di facile soluzione.
Sali con le file di semina, sali col peso, devi gommare diversamente il trattore ma l'interfila variabile 45-75 ti impedisce di trovare un compromesso accettabile.
Se vuoi fare anche sodo, aumenti ulteriormente peso e complessità.

Personalmente con la magica 8 file 45-75 mi trovo bene con i gommoni, a mais nessun problema, a soia devi fare le testate alla fine.
Però per fare colture delicate come bietole, non va assolutamente bene.

La soluzione con amazone può andare ma rimane sempre il problema pneumatici che a quel punto conviene tenere su le gemelle sia a mais che soia, ma c'è il problema di mettere il trattore a 150-180. Un bel dilemma

Non è facile trovare una soluzione che accorpi tutto.
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...