Jump to content
Andrea terratech

Trattori International Harvester "snoopy"

Recommended Posts

Trattori International Harvester "snoopy"

 

Premessa

La International Harvester, fino al 1985 (anno in cui cessò definitivamente la propria attività), fu il principale competitore di John Deere sia sul mercato USA che sul mercato EU, e perciò fu anche una delle case che maggiormente investivano nella ricerca di nuove soluzioni in campo trattoristico per essere sempre all'altezza dei competitori e del prestigio che da sempre ha contraddistinto i prodotti IH.

In quest'ottica, nel 1978 la IH lanciò sul mercato una nuova gamma di trattori dall'architettura assolutamente inedita...si trattava di due nuovi modelli di trattori articolati che si inserivano in una classe di potenza normalmente prerogativa di trattori convenzionali (all'epoca gli articolati più potenti già raggiungevano i 300 cv).

 

I modelli:

i8267_IH3588.jpg

- 3388 da 157 cv (dal 1978 al 1981)

- 3588 da 177 cv (dal 1978 al 1981)

- 3788 da 200 cv (dal 1980 al 1981)

 

e successivamente:

i8275_IH6588.jpg

- 6388 da 157 cv (dal 1982 al 1984)

- 6588 da 177 cv (dal 1982 al 1984)

- 6788 da 200 cv (dal 1983 al 1984)

 

ed infine

i8268_IH7488.jpg

i8269_IH7488a.jpg

- 7288 da 210 cv (dal 1984 al 1985)

- 7488 da 235 cv (dal 1984 al 1985)

 

L'obbiettivo di International Harvester fu quello di creare macchine "ibride" tra un trattore a configurazione convenzionale ed un trattore articolato di alta potenza.

 

- del trattore convenzionale manteneva la stessa, ottima visibilità sulle attrezzature posteriori , la stessa pto e lo stesso, evoluto e raffinato sollevatore posteriore (ricordiamo che fino a pochi anni fa la pto ed il sollevatore erano optional sugli articolati e comunque non con le stesse prerogative dei trattori "normali")

- del trattore articolato manteneva la stessa, devastante aderenza e distribuzione dei pesi.

 

Tali obbiettivi furono gli stessi che si diedero gli ingegneri JD (con altri risultati) quando fu concepito il progetto "8000".

 

 

Bellissimo il video originale di presentazione di questi straordinari trattori trovato su youtube...

 

part 1

 

part 2

Edited by Andrea terratech

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo Mr Simpson (massimo esperto, credo mondiale, della storia degli articolati), i modelli 7288 & 7488 sono stati prodotti per un solo anno, presentati nel 1984 e bloccata la produzione degli stessi il 24 novembre dello stesso anno. Del 7488, sempre secondo Simpson, ne sono stati costruiti 16 esemplari.

 

Per 540C: International Harvester è un marchio famosissimo anche in Italia, non hai mai visto un IH 1455, 1255 oppure 844 etc etc?

Edited by Andrea terratech

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bellissimi trattori, forse nati troppo presto.

 

Sarebbe bello un confronto tra gli snoopy e i gommatoni odierni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo voi, se fossero stati importati in Italia, avrebbero avuto qualche riscontro positivo?

Faccio una piccola parentesi per riflettere meglio: nel finire anni 70,fino agli anni 83-84, anche in Italia vi fu, seppur con numeri del tutto esigui, la "fame di cavalli" che nel Nuovo Mondo diede vita a giganteschi trattori articolati.

Basti vedere Fiat con i Versatile (commercializzati proprio negli anni menzionati), poi alcuni pezzi articolati John Deere, infine Stegagno con gli Steiger III serie (e, forse, anche qualche II serie). Senza dimenticare alcuni Kirovets/Belarus giunti a noi.

 

Il periodo menzionato è lo stesso che ha visto protagonisti i bellissimi Snoopy in Usa, quindi ripongo la domanda: la IH avrebbe dovuto, secondo voi, "tentare" l'importazione anche nel Nostro Paese?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notizia.

Sul sito di "camionsupermarket", alla voce mezzi agricoli, c' è uno Snoopy in vendita dichiarato a Bassano del Grappa.

C' è anche la foto e sembra veramente in Italia . . .

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest albe 86

Concordo pienamente con l'opinione di Giampy, sono macchine nate troppo presto e quindi non sono state capite a dovere. Sicuramente darebbero del bel filo da torcere ai gommatoni odierni.

Domande per Jd Fan: che trasmissione montavano? Quante marce in ps? Che peso avevano?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Montavano un cambio tipo il Quad-Range John Deere..

 

2 gamme in avanti con 4 marce meccaniche + mezza marcia e una gamma in retro + mezza marcia

 

praticamente un 16+8

 

peso 70-80 qli

 

Personalmente non ne ho mai visti in Italia, di certo SAVE cercò di venderne, in quanto sono in possesso di una brochure in italiano dei modelli 3388 e 3588 racimolata chiisà dove chissà quando..per cui non mi stupisce trovare degli esemplari qui da noi....anche se potrebbero arrivare da chissà dove, per cui occhio alle omologazioni ed al libretto di circolazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto qualche verifica.

 

Allora, pare che in Italia siano arrivati una manciata di 6588, tipo 4-5 pezzi. Da quello che ho capito, venivano omologati come esemplari unici.

Il 6788 invece, non ho ben capito se è arrivato oppure no. Il piccolo invece non sembra venisse proposto dalla Save (il 6388), probabilmente perchè già c'era il 1455 nella stessa fascia di potenza.

Della precedente serie (la prima) 3*88 invece nessuno pare sapere niente (sempre in Italia, parlo di macchine vendute, in quanto come confermato da JdFan evidentemente SAVE li propose a suo tempo).

 

Curioso notare, inoltre, che International ha importato anche alcuni pezzi del modello 4166 snodato, regolarmente omologato in Italia nel 1974; pare che di questo modello siano arrivati circa 15 esemplari.

 

Le cifre sopra esulano comunque dal mercato del movimento terra, dove sembra che siano finiti alcuni pezzi a tirare scraper o comunque a fare lavori stradali. Quindi va anche capito il discorso "usato", dove potrebbe esserci una reintroduzione di macchine mmt quali ma (e viceversa, ovviamente).

 

 

Ora non mi resta che andare a vedere l'esemplare in vendita a Bassano per cercare di capirne di più.

 

P.S. il presente messaggio è da non prendere come verità assoluta, con le mie ricerche infatti sto ancora in alto mare, e quanto riportato sopra potrebbe contenere parecchie inesattezze.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Macchine del genere potevano/possono trovare impiego logistico anche nei cantieri di

" grandi lavori", settore questo ove l'Italia aveva ed ha grosse realtà di impresa , spesso operanti all'estero.

Per i costruttori avere macchinario di loro produzione impiegato presso imprese di alto spessore e notevole fama è indubbio il valore di ritorno pubblicitario, tant'è che spesso per "piazzare" al lavoro una segnalata attrezzatura " di lancio " gli sconti erano notevoli.

Ipotesi mia.... potrebbe anche darsi che pur essendo state acquistate da ditte Nazionali esse siano state usate all'estero e magari qualcuna tornata in Italia ( o nel parco macchine dell'impresa o in un blocco di vendita/dismissione parco macchine usate) al momento della fine dei lavori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

me lo ricordo molto bene quest'international alla fiera in campo dovrei avere anche delle foto le cercherò

Share this post


Link to post
Share on other sites

molto interessanti questi trattori......ma non scaricano meglio la potenza rispetto ai tradizionali?

Share this post


Link to post
Share on other sites

[video=youtube;-B8X_UojYRc]

Edited by acallioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

[ATTACH=CONFIG]18678[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]18679[/ATTACH][ATTACH=CONFIG]18680[/ATTACH]utility

Share this post


Link to post
Share on other sites

il mito della serenissima macchine lo ricorda molto [ATTACH=CONFIG]25411[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites

Segnalo come integrazione alle informazioni dei precedenti messaggi che in Italia furono importati anche alcuni serie 3x88, allego una foto di un esempalre fotografato in Emilia, Sarebbe interessante sapere quanti ne esistono ancora in Italia e se qualcuno lavor ancora.

Foto Facebook (Matteo Sissa)

[ATTACH]33620[/ATTACH]

Share this post


Link to post
Share on other sites
Segnalo come integrazione alle informazioni dei precedenti messaggi che in Italia furono importati anche alcuni serie 3x88, allego una foto di un esempalre fotografato in Emilia, Sarebbe interessante sapere quanti ne esistono ancora in Italia e se qualcuno lavor ancora.

Foto Facebook (Matteo Sissa)

[ATTACH]33620[/ATTACH]

 

Alberto boselli

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ricordo più dove l'ho scovata, ma in questo depliant gamma IH ci sono anche i "nasoni"

6M2GOx.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...